Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Musica in Natura: tre concerti all’aria aperta per i comuni che si dimostreranno virtuosi

Non sprecare in collaborazione con la Fondazione Anna Maria Catalano, mette a disposizione di tre comuni italiani, di popolazione compresa fra i 5mila ed i 15mila abitanti, altrettanti spettacoli di musica classica e jazz immersi nella natura, eseguiti dai musicisti Kasia Chojnacka e Carmelo Iorio

di Posted on
Condivisioni

I CONCERTI DI NON SPRECARE

Un concerto immerso nel verde, in un ambiente puro, senza alcuna fonte artificiale di luce e di suono, dove la musica acustica si arricchisce esclusivamente dalle sonorità del bosco e dagli elementi della natura. Non sprecare, in collaborazione con la Fondazione Anna Maria Catalano, mette a disposizione di tre comuni virtuosi altrettanti concerti eseguiti nell’abito del progetto ‘Musica in Natura’. Il bando, dedicato ai comuni italiani di popolazione compresa fra i 5mila ed i 15mila abitanti, permetterà ai due musicisti Kasia Chojnacka e Carmelo Iorio di realizzare lo spettacolo che hanno portano in giro per l’Europa, e che è stato molto apprezzato per la sua altissima sostenibilità e per il rilevante spessore culturale e morale.

LEGGI ANCHE: Donatori di musica: la “cura delle note” per portare sollievo ai malati di cancro e farli sentirsi meno soli

MUSICA IN NATURA

Il progetto ‘Musica in Natura’ ha visto la luce sei anni fa e, in questo arco di tempo, ha trovato sperimentazione attraverso esecuzioni pubbliche gratuite per lo più avvenute presso boschi di lecci situati in località Fregene del comune di Fiumicino. Proprio questa tipologia di bosco è considerata dai due artisti l’ambientazione ideale per le loro esibizioni perché presenta una folta vegetazione che conferisce un timbro particolare alla sonorità. L’iniziativa, come spiegano Kasia Chojnacka e Carmelo Iorio, si propone come un’interessante esperienza emozionale che può anche essere letta come una riconciliazione tra uomo e Natura alla ricerca di un nuovo modello di sviluppo meno impattante e quindi più armonico.

BANDO I CONCERTI DI NON SPRECARE

Seguendo il solco tracciato da questi principi i comuni italiani di popolazione compresa fra i 5mila ed i 15mila abitanti avranno tempo fino al 31 marzo 2018 per aggiudicarsi uno dei tre concerti durante i quali i due musicisti eseguiranno brani di musica classica, jazz e di contaminazione jazzistico/classica. Gli spettacoli verranno eseguiti a cavallo dei mesi di giugno e luglio e avranno una durata di 45 minuti. La giuria, composta da Kasia Chojnacka, Carmelo Iorio, un designato da Non sprecare e due nominati dalla Fondazione Anna Maria Catalano, dovrà scegliere i tre comuni candidati più virtuosi in tema di sostenibilità ambientale e di sviluppo del verde cittadino. Tra i criteri presi in esame, infatti, ci sono: la presenza di piste ciclabili e di sentieri naturali, la percentuale di raccolta differenziata, politiche in materia di abbattimento barriere architettoniche e presenza di scuole di musica, recitazione e danza. Per maggiori informazioni sul bando rivolgersi alla Fondazione Anna Maria Catalano, attraverso questo indirizzo email info@fondazionecatalano.it, oppure chiamando il numero: 334 19 88 631.

La foto di copertina è tratta dalla pagina Facebook Carmelo Iorio e Kasia Chojnacka – Sound of Strange

QUANDO LA MUSICA CI RICONCILIA CON LA NATURA

Canzoni ecologiche: quando la musica si schiera a favore dell’ambiente

Gordon Hempton, il musicista del silenzio che registra la natura (video)

Il percussionista di strada Dario Rossi e la sua musica con materiali di scarto

Danzaterapia: musica e ritmo per conoscere meglio se stessi e gli altri