Questo sito contribuisce all'audience di

Danzaterapia: musica e ritmo per conoscere meglio se stessi e gli altri

Danzare senza pregiudizi e senza il timore di essere giudicati. Anzi, sentendo la complicità del gruppo. La danzaterapia è innanzitutto questo. Fa bene al corpo e allo spirito. A Milano un corso in cui tutti possono provare una prima lezione gratuita

di Posted on
Condivisioni

DANZATERAPIA –

Cos’è? La danzaterapia, a dispetto del nome, non somiglia a una seduta di psicoterapia. Non è neppure un corso di danza durante il quale si imparano dei passi ben definiti. E allora cos’è? Ecco cosa ha dichiarato Maria Fux, coreografa e danzaterapeuta argentina di grande esperienza artistica e pedagogica, che svolge da quaranta anni il lavoro di formazione alla danzaterapia in vari paesi dell’America e dell’Europa: “La danzaterapia altro non è che un cambiamento per sentirsi meglio“. Al di là delle parole vale la pena di provare, almeno una volta, questo metodo allegro, profondo, introspettivo e anche divertente per ritrovare se stessi attraverso la danza, il gioco, il gruppo che si crea durante ogni incontro, i silenzi, le emozioni, il movimento. A Milano, per esempio, c’è la possibilità di partecipare in maniera del tutto gratuita, a una lezione di prova, presso il Centro Olistico Spazio Intreccio, condotta dall’insegnante Alice Righi.

PER SAPERNE DI PIU’ consulta la pagina Facebook della danzaterapista Alice Righi

I BENEFICI DELLA DANZATERAPIA –

 

  • Migliora l’umore, la consapevolezza di sé, la propria espressività.
  • Permette di riscoprire la propria creatività, la conoscenza del proprio corpo e la sua elasticità
  • Facilita il contatto interpersonale
  • Attraverso la musica, è capace di produrre influenze fisiologiche evidenti sul ritmo cardiaco, sul respiro, sulla pressione arteriosa, può essere sia rilassante che esaltante.

A CHI SI RIVOLGE LA DANZATERAPIA –

Per praticare la danzaterapia non sono necessarie abilità particolari e non occorre aver studiato danza. Perché? Questo accade perché lo scopo degli incontri, scanditi dal ritmo della musica, è quello di riconoscere e sviluppare le risorse di cui già si dispone, attraverso il corpo, la mente e il cuore.

QUANDO PRATICARE LA DANZATERAPIA? –

Adatta a tutti e a tutte le fasi della propria vita, praticare danzaterapia è consigliato quando si sta passando un momento difficile da qualsiasi punto di vista (psicologico, fisico, emotivo), quando è il momento di ritrovare le proprie potenzialità, di conoscere i propri limiti, di amarli e ricominciare.

COME SI SVOLGE UN INCONTRO DI DANZATERAPIA? –

Non si tratta di eseguire dei passi in maniera corretta, bensì di liberare le proprie emozioni e le proprie preoccupazioni in modo sano. Grazie all’aiuto dell’insegnante (chiamato “conduttore”, perché accompagna durante gli incontri in questo percorso di riscoperta di sé), si seguono e si interpretano i temi proposti, si danza liberamente sulle note delle musiche scelte di volta in volta, ci si osserva l’un l’altro privi di pregiudizi e senza mai giudicare né essere giudicati.

Partecipare a un incontro di danzaterapia è un modo per riconoscere nell’altro e attraverso l’altro che ognuno di noi porta in sé bellezza e fatiche, e trarne un reciproco arricchimento.

Durante un corso di danzaterapia succede proprio questo: attraverso la musica, le proposte di movimento, le immagini e gli oggetti, si possono incontrare in modo nuovo diverse parti di sé e degli altri, si può esplorare la propria creatività e il proprio mondo emotivo dando origine a cambiamenti e benessere. Una danza completa di riscoperta del proprio movimento unico che concede, di conseguenza, una riscoperta di se stessi anche nella propria realtà quotidiana.

LEGGI ANCHE: Un’app per fare yoga, 10 minuti al giorno per ritrovare il benessere per adulti e bambini