Questo sito contribuisce all'audience di

Raccolta differenziata monomateriale e divisa per colore per incentivare il riutilizzo del vetro

Il vetro è un materiale riutilizzabile al 100% e capace di mantenere inalterate le qualità iniziali. Purtroppo però le raccolte differenziate sono troppo spesso di qualità scadente. E' necessario quindi sviluppare e sostenere la raccolta monomateriale di imballaggi in vetro.

di Posted on
Condivisioni

RACCOLTA DIFFERENZIATA MONOMATERIALE – Incentivare il riciclo attraverso un riconoscimento di qualità ambientale da assegnare ai contenitori realizzati attraverso l’impiego di elevate quantità di materiali riciclati. È questa una delle proposte lanciate da Assovetro, l’associazione nazionale degli Industriali del vetro per incentivare il riciclaggio.

LEGGI ANCHE: Come ridurre i rifiuti e risparmiare energia

Attualmente le bottiglie di vetro sono tra gli oggetti prodotti con oltre il 70 per cento di materiali di scarto, a volte si arriva anche a punte del 90-95 per cento. Ma non bisogna fermarsi qui. Proprio per questo motivo, l’associazione ha previsto tutta una serie di regole e proposte di sostenibilità che prevedono il riconoscimento e la standardizzazione a livello nazionale di sistemi di raccolta differenziata che riguardino solo il vetro, la raccolta differenziata per colore, un assetto amministrativo e procedure semplificate e infine un quadro normativo chiaro, semplice ed efficace.

ECONOMIA SOSTENIBILE –raccolta differenziata monomateriale per incentivare il riutilizzo del vetro Come spiega Giuseppe Pastorino, presidente della sezione vetro cavo di Assovetro, il riciclo del vetro “è il miglior esempio di economia sostenibile perché, che permette il più ampio riciclo, e incentivare la raccolta di vetro per colore, che in Italia ha visto solo sperimentazioni a Verona e in Versilia“.

EFFICIENZA PRODUTTIVA – Assovetro sottolinea inoltre che è fondamentale avanzare, a livello normativo, una differenziazione tra “sistemi di riciclo a circuito chiuso” e “sistemi di riciclo a circuito aperto” così da distinguere i processi di riciclo in senso stretto dai processi di riutilizzo di rifiuti per la produzione di energia. L’utilizzo del rottame di vetro implica numerosi vantaggi dal punto di vista ambientale a partire da una maggiore efficienza produttiva: con 100 chili di rottame si ricavano 100 chili di prodotto nuovo, mentre sono necessari 120 chili di materie prime per ottenere 100 chilogrammi di nuovo prodotto.

E non solo, il riutilizzo degli scarti di vetro permette anche di ridurre il consumo di energia e di emissioni nocive in atmosfera, in una anno una quantità pari a 2 milioni di tonnellate di Co2.

PER SAPERNE DI PIU’: Trasformare i cassonetti in opere d’arte

LEGGI ANCHE: