Miglio: benefici, proprietà e controindicazioni | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Miglio: benefici, proprietà e controindicazioni

Ancora poco conosciuto in Italia, ma dalle incredibili proprietà benefiche. Ottimo per mantenere bassi i livelli di colesterolo nel sangue e nel proteggere il sistema cardiovascolare, ma non solo.

Originario del Nord Africa, il miglio è diventato un cereale diffuso anche sulla tavola degli italiani. Grazie ai suoi benefici, a partire dalla protezione cardiovascolare che assicura e dalla ricchezza di fibre e minerali.

MIGLIO

Il miglio è un cereale appartenente alle Graminacee. Si ricava dai semi prodotti da una pianta che può crescere oltre il metro e mezzo. E questi ricordano la forma e il colore di altri cereali come la quinoa. Inoltre, è ricco di vitamine e nutrienti di vitale importanza per la buona salute dell’uomo. Ma quali sono le caratteristiche che lo contraddistinguono in positivo da altri cereali? Ecco le sue maggiori proprietà benefiche e nutrizionali.

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI DEL MIGLIO

Il miglio è un tocca sana per il benessere e la salute del nostro organismo. Ideale per una corretta dieta mediterranea o per seguire un regime alimentare sano e salutare, questo cereale apporta un ingente quantitativo di nutrienti utili al nostro corpo per vivere meglio.

In particolare questo alimento contiene:

Proprietà nutrizionali tra le migliori che si possano incontrare in un cereale.

miglio perlato, benefici, proprietà e ricette

LEGGI ANCHE: Benefici e proprietà del farro: alla scoperta del più antico cereale coltivato dall’uomo

BENEFICI DEL MIGLIO

Introdurre il miglio nella propria dieta può solo portare miglioramenti alla propria salute. Certo è che, come ogni alimento, l’abuso può avere un impatto negativo.

I maggiori benefici:

  • Fissazione del calcio delle ossa,
  • Protezione cardiovascolare,
  • Aiuta a mantenere i livelli di colesterolo nel sangue nella norma,
  • Proprietà antiossidanti,
  • Aiuta a regolarizzare la funzionalità intestinale.

A CHE COSA FA BENE IL MIGLIO?

Il miglio quindi è un cereale dalle proprietà nutrizionali straordinarie e grazie a queste sue caratteristiche riesce a offrire all’organismo umano un buon apporto di vitamine e altre importanti proprietà ideali per:
  • Il mantenimento dei valori sanguigni,
  • La salute del cuore,
  • Il buon funzionamento del metabolismo,
  • Il corretto funzionamento intestinale,
  • Abbatte la produzione di acidità di stomaco grazie alla sua elevata digeribilità,

Pertanto, ingerendo dei semini così piccoli è possibile ottenere vantaggi a livello salutare di gran lunga oltre ciò che si potrebbe aspettare da un cereale ancora così poco considerato nel nostro Paese.

COME SI USA IL MIGLIO

Il miglio è un alimento che in cucina può essere preparato e impiegato per diverse ricette. Acquistabile comodamente in qualsiasi supermercato o negozio provvisto, il cereale non necessita di processi particolari. Unica attenzione, prima di adoperarlo in cucina deve essere lavato con cura sotto acqua corrente per evitare che eventuali impurità finiscano nel nostro piatto. In seguito, bisogna bollire in acqua per circa 20 minuti fino a quando non abbia assorbito tutta l’acqua. In alternativa, è possibile cuocerlo come un risotto e ottenere un altro risultato piacevole e delicato al palato.

RICETTE CON IL MIGLIO

Una volta che si è in grado di cucinare il miglio, non serve altro che lanciarsi nella sperimentazione in cucina. Ecco allora alcuni spunti sul come preparare questo cereale e gustarlo nel migliore dei modi.

Ricette con il miglio:

  • Tortino di miglio. Cipolle, carote, sedano e funghi. Un mix vincente per un piatto delizioso a cui è difficile resistere.
  • Polpette di miglio. Una ghiotta ricetta ideale per un pranzo in compagnia.
  • Miglio per bambini. Fonte di fibre, potassio, vitamine e altri nutrienti indispensabili per l’uomo, il miglio è un ingrediente che anche i nutrizionisti consigliano di inserire nelle diete. E questo vale anche per i bambini, che da questo cereale possono ottenere enormi benefici anche per la crescita.

miglio andino e quinoa

QUANTE VOLTE A SETTIMANA MANGIARE MIGLIO

Non vi è una regola serrata sul come e quante volte mangiare il miglio. Eppure, nell’intento di seguire una dieta sana, il cereale può essere inserito fino ad un massimo di quattro o cinque volte alla settimana. Le sue ricche proprietà nutrizionali lo rendono ideale infatti come sostitutivo del grano e quindi della pasta. Alternarlo ad altri cereali può incrementare il benessere psico-fisico dell’individuo e migliorare le funzionalità dell’organismo notevolmente.

IL MIGLIO FA INGRASSARE?

Il miglio è un alimento che ha un basso contenuto di  grassi ed è privo di colesterolo. Ciò lo rende indicato per qualsiasi regime alimentare e anche perfino per diete dimagrenti. Ed è per questa ragione che anche medici e nutrizionisti talvolta lo inseriscono o consigliano nelle diete.

CONTROINDICAZIONI DEL MIGLIO

A livello di proprietà, il miglio non presenta controindicazioni particolari. Ne è consigliato un consumo equilibrato combinato ad altri cereali, verdure e ortaggi. Eventuali preoccupazioni potrebbero sorgere solo in caso di intolleranze alimentari o allergie specifiche a qualunque degli elementi presenti nel cereale stesso.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

ALTRI ALIMENTI DA INSERIRE IN UNA DIETA SANA:

Share

<