Benefici dei mirtilli - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Mirtillo nero: benefici, proprietà e controindicazioni

Un frutto piccolo e portentoso. Protegge il cuore e il fegato. Aiuta il cervello e migliora la memoria. Il succo di mirtillo è l’ideale per affrontare il caldo

di Posted on

Aiuta il cervello a funzionare (agisce in particolare sulla memoria), grazie al migliore afflusso di sangue nella sua zona. Specie quando si è in età avanzata. Elimina i batteri che causano la cistite e aiuta la vescica del suo funzionamento. Protegge gli occhi, abbassa la glicemia. Il mirtillo nero (come anche quelli rosso e blu) è un frutto piccolo ma con un concentrato di qualità e di benefici per la nostra salute che sono davvero difficili da trovare in natura.

MIRTILLO NERO

Il mirtillo nero è il frutto di piante native nell’area dei paesi del Mediterraneo (dove si concentra la specie più pregiata, quella selvatica), e anche in America (dove invece si coltiva il mirtillo americano). In Italia la stagione dei mirtilli neri inizia verso la metà di giugno e va avanti fino a quasi tutto il mese di settembre. Ma il frutto si trova anche durante gli altri mesi dell’anno, in quanto viene coltivato nelle serre.

PER APPROFONDIRE: Frutta secca: i benefici per la salute. Un toccasana per il cuore e per le ossa

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI DEL MIRTILLO NERO

Ogni 100 grammi di mirtillo nero contengono 25 calorie e 87 grammi di acqua. E inoltre:

  • 0,9 grammi di proteine
  • 11,9 grammi di carboidrati
  • 5,1 grammi di zuccheri solubili
  • 3,1 grammi di fibra
  • 2 milligrammi di lipidi
  • 160 milligrammi di potassio
  • 41 milligrammi di calcio
  • 31 milligrammi di fosforo
  • 2 milligrammi di sodio

Nel mirtillo nero ci sono anche vitamina A, B, C e K , oltre che la mirtillina, un pigmento dalle straordinarie qualità antiossidanti, che da solo concentra molte delle qualità di questa piccolo frutto.

BENEFICI DEL MIRTILLO NERO

Innanzitutto il mirtillo, grazie agli acidi che contiene, è un perfetto antiossidante. Da usare quindi come rimedio naturale per prevenire tutte le malattie cardiovascolari e per ridurre al minimo i rischi di ictus. In secondo luogo, il mirtillo inibisce l’adesione di colibacilli alla parte dell’intestino e della vescica. Quindi è un protettore naturale di questi delicati organi ed è utile per affrontare la dissenteria. Come è imbattibile nella sua veste di vaso protettore per l’insufficienza venosa e la fragilità capillare: un rimedio magico per le donne che hanno problemi di vene varicose o di cattiva circolazione del sangue.

Ancora: il mirtillo è un eccellente protettore, per gli uomini, della funzionalità della prostata, e in questo senso va considerato come uno strumento di prevenzione contro il tumore proprio della prostata. Si consiglia, in proposito, di usarlo ogni mattina, durante i mesi di agosto e settembre, mescolando le bacche nello yogurt durante la prima colazione o nel corso dello spuntino pomeridiano.

A COSA FA BENE MANGIARE IL MIRTILLO?

In uno studio molto completo si è scoperto che il consumo quotidiano di 350 grammi di mirtilli neri al giorno, freschi, ha ridotto la pressione arteriosa e il colesterolo cattivo del 20-25 per cento in appena otto settimane. Ciò significa che il mirtillo nero si può considerare alla stregua di una pillola naturale per prevenire problemi al sistema cardiocircolatorio. Ma i mirtilli neri hanno anche flavonoidi che aiutano a ridurre il rischio tumore e sono preziosi per disintossicare il fegato. D’estate il loro succo aiuta a rinfrescarci, idratarci e fare il pieno di antiossidanti.

LEGGI ANCHE:  Tamarindo, le proprietà e i benefici per la salute di un frutto che favorisce la digestione

I MIRTILLI E GLI OCCHI

Infine, non è da sottovalutare la capacità del mirtillo di favorire e aumentare la velocità di rigenerazione della porpora retinica, migliorando così la vista, specie la sera quando c’è poca luce. In pratica, per dirla in modo chiaro e semplice, mangiando i mirtilli si vede meglio, specie di sera, e si combatte la miopia. Lo sapevano bene i piloti inglesi della Raf che facevano abbondanti colazioni a base di marmellata di mirtilli proprio per migliorare la loro visione notturna durante gli attacchi aerei.

QUANTI MIRTILLI POSSIAMO CONSUMARE?

La porzione ideale di mirtilli da consumare è di 200-250 grammi al giorno. Quelli essiccati sono privi di acqua e hanno più calorie dei mirtilli freschi, ma specialmente in estate, poiché sono ricchissimi di minerali diventano un integratore naturale, molto utile contro i crampi. Anche qui con un limite quantitativo: non più di 30 grammi al giorno. Il momento ideale per consumare i mirtilli è la mattina durante la prima colazione.

CONTROINDICAZIONI DEI MIRTILLI

Le uniche, ma importanti, controindicazioni dei mirtilli riguardano le persone che prendono farmaci anticoagulanti, antiaggreganti o antidiabetici: in questi casi è bene sentire sempre il consiglio del medico. E ascoltarlo. Inoltre i mirtilli neri contengono ossalati che possono favorire la formazione di calcoli renali.

USO DEI MIRTILLI IN CUCINA

In passato i mirtilli venivano usati anche per tingere stoffe. Ma adesso il loro consumo esclusivo riguarda la cucina, a partire da queste ricette che abbiamo sul nostro sito.

Sciroppo di mirtilli. L’ideale per guarnire dolci e gelati.

Cheesecake ai mirtilli. Molto gustoso, consente anche di recuperare biscotti sbriciolati.

Gelato allo yogurt con mirtilli. Graditissimo ai bambini.

Latte vegetale con mirtilli e datteri. Bevanda molto dissetante, ideale quando fa molto caldo.

PER APPROFONDIRE: Lenticchie: tutte le proprietà e i benefici per la salute

 

Share

LEGGI ANCHE:

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<