Questo sito contribuisce all'audience di

Raccolta differenziata, l’abisso tra Nord e Sud: il Veneto è al 65%, la Sicilia al 15%

Il Paese è spaccato in due: da un lato il virtuoso Centro-Nord, dall’altro il Sud. E i costi per lo smaltimento dei rifiuti restano altissimi.

Condivisioni

DATI SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA IN ITALIA –

Gli ultimi dati del Ministero dell’Ambiente sulla raccolta differenziata fotografano un’Italia letteralmente spaccata in due: da un lato il virtuoso Centro-Nord, dall’altro il Sud, parecchio indietro sugli obiettivi. Se infatti in Veneto la raccolta differenziata supera il 65 per cento, in Sicilia siamo addirittura sotto il 15 per cento.

LEGGI ANCHE: Nuove isole ecologiche RAEE nei centri commerciali dell’Emilia Romagna

VANTAGGI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA –

La raccolta differenziata ha l’enorme pregio di ridurre i costi dello smaltimento dei rifiuti, attualmente stimati in circa 10 miliardi di euro. Ecco perché è indispensabile provare ad allineare i comuni poco virtuosi a quelli virtuosi. Ma come? Una soluzione percorribile potrebbe essere quella racchiusa nello slogan “Meno rifiuti, meno tasse”: la Tari, cioè la tassa sui rifiuti, potrebbe essere diminuita al raggiungimento degli obiettivi fissati dall’amministrazione comunale. In tal modo, l’amministrazione spenderebbe meno per smaltire i rifiuti, e i cittadini sarebbero molto più incentivati a fare la differenziata.

LA STORIA: Ecco la terra più inquinata del mondo, in Ghana, dove migliaia di ragazzi lavorano nella discarica dei prodotti elettrici

LEGGI ANCHE: In Emilia Romagna i primi 10 cassonetti per la raccolta dei rifiuti elettronici

LEGGI ANCHE: