Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

“Refugee ScART”, laboratorio di riciclo e inclusione sociale

L’arte del riciclo dei rifugiati politici che a Roma, nel laboratorio artigianale di piazza Caduti della Montagnola trasformano i materiali di scarto in oggetti d’artigianato e accessori alla moda.

da Posted on
Condivisioni

REFUGEE SCART ROMA –

Vengono dal Senegal, Mali e Somalia, sono quindici rifugiati che, a Roma, hanno aperto “Refugee ScART”, un laboratorio in cui i materiali di scarto come carta e gomma vengono riutilizzati per la creazione di oggetti d′artigianato.

REFUGEE SCART, L’ARTE DEI RIFUGIATI –

Il laboratorio artigianale si trova in Piazza dei Caduti della Montagnola 39 e tra i loro clienti ci sono il Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini ed Angelina Jolie.

(L’immagine di copertina è tratta dalla pagina Facebook dedicata al progetto Refugee ScART)

LA STORIA: La storia di Lillian Weber che, a 99 anni, ogni giorno cuce vestiti per i bambini africani

LEGGI ANCHE: Sartorie solidali, a Foggia dal riciclo nascono abiti su misura per i poveri