Questo sito contribuisce all'audience di

Slow Food Day 2013, una giornata per ridurre gli sprechi

Il 25 maggio in 300 piazza italiane una giornata organizzata da Slow Food per sprecare di meno, a partire dal cibo.

Condivisioni

Il 25 maggio in circa 300 piazze italiane è in programma Slow Food Day, l’iniziativa per difendere il cibo “buono, pulito e giusto dei produttori italiani” organizzato da Slow Food Italia con mercati, degustazioni, incontri con i produttori e laboratori educativi. Il tema di questa edizione sono gli sprechi. Di cibo, ma non solo: si parlerà di acqua, salute, risorse e beni comuni.

SCOPRI ANCHE: A Genova Slow Fish 2013

«Le ricette della nostra cultura gastronomica ci aiutano a recuperare gli avanzi, pensate ai timballi, ma ci sono tanti piccoli accorgimenti quotidiani: fare la spesa più spesso comprando meno; scegliere cibi sciolti; cercare prodotti locali, freschi e di stagione, magari direttamente dal produttore, che hanno consumato molta meno energia per arrivare dal campo alla nostra tavola; mediamente mangiare un po’ meno (anche le calorie che assimiliamo in eccesso sono, in qualche misura, uno spreco)», spiega Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia.

GUARDA ANCHE: Slow Food Story – Il Film

Stando allo studio della Commissione Europea Food Waste in the EU: a study by the European Commission, Workshop on Municipal Waste Prevention, a livello europeo gli sprechi alimentari domestici corrispondono al 42% del totale e ammontano a circa 76 kg pro-capite. Se poi confrontiamo i vari Paesi europei, l’Italia si posiziona circa a metà strada tra la Grecia, che con 44 kg procapite all’anno si rivela la più virtuosa, e l’Olanda, con un picco di 579 kg. Nel Belpaese raggiungiamo i 149 kg procapite. La ricerca diffusa dall’Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori (ADOC) rivela che, del nostro spreco casalingo di prodotti edibili, il 35% è costituito da prodotti freschi, il 19% da pane e il 16% da frutta e verdura.

Quando sprechiamo cibo, sprechiamo anche molto altro, notano da Slow Food: il denaro che abbiamo speso per acquistare quel cibo; il tempo di chi ha lavorato per produrlo e il tempo che abbiamo lavorato per guadagnare i soldi con cui comprarlo; la terra, l’acqua e l’energia che sono state impiegate nella produzione, trasformazione e distribuzione. Non Sprecare non può che abbracciare lo spirito dello Slow Food Day 2013 e ricordare che combattere gli sprechi è sempre più un imperativo dei nostri tempi, nonché un’opportunità di riscatto dalla crisi.

PER APPROFONDIRE: Leggi il nostro speciale sugli sprechi in cucina

  • Slow Food Day a Bologna

Vieni in piazza con l’oggetto che butteresti e insieme lo faremo rivivere: questo lo slogan dello Slow Food Day a Bologna. «In via degli Orefici ci sarà una chiocciola ricreata con il terriccio, colorata da piantine officinali e piccoli ortaggi», racconta Raffaela Donati, fiduciaria della Condotta Slow Food di Bologna. «Piantine che con l’aiuto dei ragazzi dell’Istituto agrario Serpieri rinvaseremo proprio negli oggetti portati in piazza, creando un piccolo orto che ognuno porterà a casa». Ma gli appuntamenti bolognesi non finiscono qui: si continua nel pomeriggio con lezioni di cucina senza sprechi, installazioni artistiche ideate dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti e laboratori a cura dei ragazzi disabili di Coop Attività Sociali/Marakanda, che rappresenteranno simbolicamente l’idea di convivio senza sprechi.

  • Slow Food Day a Torino

Lo Slow Food Day di Torino quest’anno colora il suggestivo Parco del Valentino, a due passi dal centro. «Molte le attività organizzate, da momenti di incontro con esperti come Luca Mercalli, ad appuntamenti ludici ed enogastronomici. Alle 12 nel Fluido, storico locale sulle rive del Po, proporremo piatti contro lo spreco che esaltano l’arte del riciclo» dice Leo Rieser, fiduciario della Condotta Slow Food di Torino. Mentre alle ore 18 tutti in pista per la Disco Salade, una vera e propria festa organizzata con la Rete giovane di Slow Food Torino dove, al ritmo di musica elettronica, si prepara un’insalatona con le verdure recuperate al mercato di Porta Palazzo.

  • Slow Food Day in tutta Italia

Molte anche le iniziative organizzate lungo lo stivale dalle Condotte Slow Food in collaborazione con le Botteghe Altromercato, per scoprire e assaggiare insieme i prodotti dei Presìdi Slow Food e piatti sconosciuti.

Scopri il calendario completo degli eventi su www.slowfood.it

Per cercare la piazza più vicina a te clicca qui.