Questo sito contribuisce all'audience di

A Bolzano c’e’ il Batman delle Alpi?

di Posted on
Condivisioni

Torno sugli sprechi nelle amministrazioni locali a statuto speciale, perchè le considero un vero pozzo nero nell’Italia della spesa pubblica fuori controllo. Questa volta nel mirino della magistratura è finito Luis Durnwalder, presidente della Provincia autonoma di Bolzano e leader della Sudtiroler Volkspartei. Praticamente l’uomo più potente dell’Alto Adige.

LEGGI ANCHE: A statuto speciale si spreca meglio

Insomma, a questo giro non siamo in Sicilia o nel Lazio, ma nel cuore dell’Italia più vicina all’etica calvinista tedesca e meno consumata dalla porosità mediterranea. Che cosa ha combinato Luis? Più o meno come Fiorito, ha gestito soldi pubblici, destinati alle attività politiche e istituzionali, per spese personali. Viaggi e vacanze, sempre in compagnia della sua fidanzata; biglietti aerei e ristoranti di lusso; donazioni alle bande musicali degli amici ed elettori.

LEGGI ANCHE: Il vice Durnwalder guadagna più di Sarkosy

Per non parlare delle spese, e dunque degli sprechi di denaro pubblico, più diretti e familiari: dal pagamento dell’Ici a quello della tassa dei rifiuti, dal rinnovo della patente alle munizioni per le battute di caccia. Con la solita ciliegina sulla torta del familismo amorale all’italiana: il conto delle spese per il matriomonio di Hannes, il figlio di Luis. Dalla Corte dei Conti regionale, che ha fatto le verifiche sulla gestione del presidente della Provincia, le carte sono passate direttamente alla Procura della Repubblica. E in attesa di sapere che cosa pensano i magistrati di questi sprechi, sulla stampa locale Durnwalder è già stato battezzato con un nome molto simbolico: il Batman delle Alpi

LEGGI ANCHE: Perché non aboliamo le regioni a statuto speciale?