Questo sito contribuisce all'audience di

Socioclean, così ti pulisco la reputazione

di Posted on
Condivisioni

Socioclean è un software che serve a pulire il tuo profilo di Facebook da tutto ciò che risulta inappropriato. Se qualcuno posta una foto, un gruppo, o un post offensivo, ecco che un alert ti avverte e puoi subito cancellarlo.

Questo metodo può risultare di estrema importanza se usate Facebook anche come vetrina per un possibile lavoro. Una ricerca della Harris Interactive per CareerBuilder ha sottolineato come il 45% degli utenti di Facebook (del campione intervistato) affermino di utilizzare i social network come candidatura lavorativa. Dopo aver dato qualche permesso di accesso al programma l’utente riceve una lista di ciò che, probabilmente. C’è di inappropriato sul profilo.

Ma Socialclean come decide cosa è inappropriate? Ha un database di 5.000 parole e frasi razziste, profane, su temi di droga, alcol e sesso. Un sistema di avvertimento vero e proprio che farà la felicità dei genitori preoccupati, anche, dell’etica digitale dei loro figli. Oltre a Socialclean ci sono altri strumenti sul Web che permettono di misurare la propria reputazione sul Web, in base a come ci siamo comportati nella nostra web-storia. Tra questi Reputation.com e Brand-Yourself che hanno però un approccio più orientato alla quantità di aspetti positivi e negativi connessi al nostro nome online.

Socioclean ha messo a disposizione una versione del software open source consentendo così a chiunque abbia un minimo di conoscenza di programmazione di creare un monitoraggio personalizzato dei profili sociali.

I maggiori interessati a questo tipo di servizi potrebbero essere le Università, soprattutto quelle di prestigio,. In modo da poter analizzare non solo i curricula cartacei ma anche quelli online degli studenti candidati e per poter incentivare l’ingresso nel mondo del lavoro suggerendo i migliori studenti alle aziende di settore. Già la Syracuse University negli Stati Uniti ha acquistato da Brand-Yourself una sottoscrizione per poter inserire la propria raccomandazione in più 4.000 profili digitali di ex-studenti laureati.