Questo sito contribuisce all'audience di

Scattano gli incentivi per ciclomotori e biciclette

di Posted on
Condivisioni

Comprare una bicicletta, un ciclomotore o un veicolo elettrico costera’ meno.
Sono infatti entrati a regime gli incentivi messi a disposizione dal ministero dell’Ambiente, in accordo con l’Ancma, l’Associazione nazionale ciclo e motociclo aderente a Confindustria.
Si tratta di un fondo di 8.750.000 euro da erogare nel corso del 2009 a tutti coloro che decideranno di acquistare una nuova bicicletta (comprese le bici elettriche a pedalata assistita), senza obbligo di rottamazione, oppure un ciclomotore Euro 2 termico o elettrico (in questo caso con obbligo di rottamazione di un ciclomotore omologato Euro zero o Euro 1).

In particolare l’entita’ degli incentivi varia dall’8% del costo del veicolo – fino ad un massimo di 180 euro – per l’acquisto di un ciclomotore Euro 2 a due tempi, con contestuale rottamazione, al 30% (fino a 1.300 euro) per l’acquisto di un motociclo elettrico o di un quadriciclo elettrico, sempre con rottamazione. Per l’acquisto di una bicicletta, anche a pedalata assistita, l’incentivo copre il 30% del costo del veicolo fino ad un massimo di 700 euro.

Fiducioso negli effetti della misura Guidalberto Guidi, presidente di Ancma: Il segmento dei ciclomotori era in forte sofferenza in quanto rimasto tagliato fuori dagli incentivi statali e la disponibilita’ di questo accordo con il Ministero dell’Ambiente ci consente di equilibrare l’offerta sul mercato e accelerare il rinnovo del parco circolante obsoleto.

Per godere degli incentivi e’ sufficiente fare una scelta all’interno del listino predisposto dal ministero, che prevede prezzi ed entita’ del contributo. Fatta la scelta e’ sufficiente presentarsi presso un rivenditore autorizzato. Ogni persona potra’ acquistare un massimo di tre biciclette, presentando il codice fiscale o la partita iva.