Roma ci riprova con il bike sharing elettrico | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Roma ci riprova con il bike sharing elettrico

di Posted on

La Capitale ci riprova. Nonostante l’insuccesso del normale servizio di noleggio bici (bikesharing Roma), l’amministrazione comunale non rinuncia alla mobilità sostenibile e avvia un nuovo piano che mira a tenere sotto controllo la quantità di CO2 emessa nell’aria.

LEGGI ANCHE: I romani sono diventati ladri di bike sharing

“Libertà in movimento”: così è stato denominato il progetto sperimentale finanziato dal ministero dell’Ambiente con 650 mila euro e che permette, a romani e turisti, di noleggiare biciclette elettriche a pedalata assistita con sistema “green wheel”. Quest’ultimo, frutto della collaborazione tra i progettisti italiani del MIT (Massachusetts Institute of Technology) e Ducati energia, trasforma qualsiasi bicicletta in una e-bike a pedalata assistita. In particolare, le nuove bici concentrano tutti i componenti, incluse le batterie, il motore, i freni, l’elettronica di controllo e i sensori ambientali all’interno di un piccolo dispositivo integrato nella ruota posteriore.

LEGGI ANCHE: Il sorpasso della bici sull’auto

Tale sistema fa sì che tutto il necessario per il funzionamento del mezzo sia, quindi, concentrato all’interno della ruota senza che vi sia alimentazione dall’esterno. La bicicletta è dotata, inoltre, di un sistema di recupero dell’energia in frenata in grado di ricaricare la batteria. Una bicicletta ibrido-elettrica, quindi, a emissioni zero.

LEGGI ANCHE: Stati generali della bicicletta, siamo pronti a pedalare

In questa prima fase, il progetto prevede due stazioni di noleggio, una a Villa Borghese e un’altra a Villa Ada per un totale di 90 biciclette. Sarà possibile noleggiare il mezzo tutti i giorni, tranne il lunedì, pagando 2,50 euro all’ora e per un massimo di due ore a cui si aggiunge una penale di 10 euro per quelle successive, metodo ideato per permettere a tutti di poter usufruire del servizio.

LEGGI ANCHE: Dieci lezioni da imparare sulla bici

Chissà che questa iniziativa non apri la strada, una volta per tutte, a un servizio efficiente che permetta anche a Roma di iniziare a muoversi su due ruote.

Shares