Questo sito contribuisce all'audience di

RIPENSARE LA RICCHEZZA DELLE NAZIONI

di Posted on
Condivisioni

FEEM Lecture

Daron Acemoglu, Massachusetts Institute of Technology (MIT)

“RIPENSARELA RICCHEZZA DELLE NAZIONI”

Introduce:
Fausto Panunzi, FEEM e Universita’ Bocconi

Lunedi’ 14 Dicembre 2009, ore 18.00
Fondazione Eni Enrico Mattei
Corso Magenta 63, Milano

Nel mondo di oggi convivono prosperita’ e poverta’ estreme.
Perche’ alcune societa’ sono riuscite a crescere rapidamente per molti decenni mentre altre sono state incapaci di generare crescita economica in grado di garantire un adeguato livello di vita alla propria popolazione? E cosa possiamo fare per evitare periodi di crisi e recessione e garantire continuita’ al processo di crescita nelle societa’ avanzate?

Pur giocando questi temi un ruolo centrale nelle scienze sociali ormai da diversi secoli, le risposte sono tuttora incomplete.
Il Prof. Acemoglu, nella sua lezione, sostiene che e’ arrivato il momento di riconsiderare quali sono i fattori principali che determinano le differenze nel successo e nella crescita economica dei paesi.

Il contesto istituzionale e’ un fattore determinante per la ricchezza di una nazione, e una volta riconosciuta l’importanza del ruolo delle istituzioni, la questione riguarda le politiche economiche da queste perseguite: perche’ alcune societa’ scelgono o si ritrovano ad avereistituzioni che soffocano la crescita?
Riconoscere il ruolo delle istituzioni e individuare gli ostacoli di natura politicache si frappongono allo sviluppo di un contesto istituzionale in grado di stimolare la crescita economica e’ necessario non solo per comprendere le cause del dilagare della poverta’ nel mondo e l’incapacita’ di generare crescita, ma ancheper disporre di una prospettiva migliore dalla quale affrontare situazioni come la crisi attuale e investire nelle istituzioni in grado di garantire una crescita protratta nel tempo della societa’.

***
Segue Cocktail

Partecipazione gratuita previa registrazione scrivendo a events@feem.it o telefonando al numero 02.520.36990/33