Questo sito contribuisce all'audience di

Porte aperte in 100 oasi

di Posted on
Condivisioni

Oltre cento oasi, di cui quaranta boschi, aperti gratuitamente al pubblico lungo tutto lo Stivale: domenica 22 maggio, nella Giornata mondiale della biodiversità, il WWF celebra la sua Giornata delle oasi per svelare ai cittadini le meraviglie naturalistiche dell’Italia.

Dal trentino alla Sicilia, dalle Marche alla Sardegna, le oasi ospiteranno escursioni, visite guidate, degustazioni ed eventi culturali, in una giornata da trascorrere in relax a contatto con la natura. L’edizione 2011 della tradizionale festa del WWF è dedicata all’Anno internazionale delle foreste e punta, attraverso una raccolta fondi, a salvare tre aree verdi nostrane: i boschi di Marzagaglia in Puglia; un’area prossima alla Riserva naturale di Valpredina, sulle prealpi bergamasche; e il bosco umido di Foce dell’Arrone, sul litorale laziale, che è uno degli ultimi esempi di com’era un tempo la costa tirrenica.

Il programma è vasto e articolato in tutte le regioni italiane. Tra le oasi coinvolte, le Cascate del Rio Verde e le Gole del Sagittario in Abruzzo, il bosco di Policoro in Basilicata e quello di San Silvestro in Campania, il lago dell’Angitola in Calabria, la riserva di Ghirardi in Emilia Romagna e il promontorio di Miramare in Friuli Venezia Giulia. E ancora l’oasi di Macchiagrande nel Lazio e quella di Valpredina in Lombardia, Ripa Bianca di Jesi nelle Marche e Guardiaregia-Campochiaro in Molise, i boschi di Valmanera con Villa Paolina in Piemonte, Le Cesine e il Monte Sant’Elia in Puglia, Monte Arcosu in Sardegna, il lago Preola e Gorghi Tondi in Sicilia, il bosco Rocconi in Toscana, la Valtrigona in Trentino Alto Adige, il lago di Alviano in Umbria e le cave di Noale in Veneto.