Questo sito contribuisce all'audience di

Perche’ crollano i prezzi tra Roma e Milano

di Posted on
Condivisioni

In tempi nei quali i prezzi aumentano in tutti i settori, la notizia, passata inosservata, è molto significativa: viaggiare tra Roma e Milano è diventato più economico rispetto ad appena qualche mese fa. Che cosa è accaduto? Semplice: è arrivata, finalmente, la concorrenza. E i prezzi dei biglietti, treni come aerei, sono crollati. La tratta, ricordiamolo, è una delle più ricche d’Europa, e ogni giorno sono oltre 30mila le persone che vanno e vengono tra la capitale e il capoluogo lombardo.

La prima scossa importante è arrivata con l’entrata in funzione dell’altà velocità che ha reso il treno assolutamente concorrenziale con l’aereo e ha spezzato la catena del monopolio dell’Alitalia. Ma il crollo è arrivato dopo, quando sono scesi in campo altri concorrenti. In particolare per i viaggi in treno l’afferta di Trenitalia deve fare i conti con la sfida di Italo. Risultato: è molto facile trovare un biglietto di 2a classe Roma-Milano a tariffe supereconomiche, esattamente 39 euro.

A quel punto Alitalia ha dovuto correre ai ripari, e ha finito di strozzare i clienti chiedendo circa 300 euro a tratta sul Roma-Milano e ritorno. Un biglietto aereo, oggi, si paga 99 euro. L’ultimo arrivato è EasyJet, la compagnia low cost, che ha incassato alcuni slot su Malpensa e vende biglietti a prezzi stracciati. In queste condizioni, e con una competizione in forte aumento, è facile immaginare che le tariffe continueranno a scendere, a vantaggio dei consumatori.

La lezione è semplice: il primo modo per ridurre i prezzi ed eliminare gli sprechi degli acquisti assurdi è quello di aumentare la concorrenza. Ai viaggiatori non resta che fare due raccomandazioni. La prima: cercate di prenotare e acquistare in anticipo il vostro biglietto (anche attraverso i siti delle compagnie), sarà più facile accedere ai biglietti scontati. In secondo luogo, vigiliate sulle promozioni: che siano autentiche e non semplici specchietti delle allodole. Il vizietto di ingannare il consumatore è sempre dietro l’angolo.