Questo sito contribuisce all'audience di

Operation smile, ora i “Sorrisi in Italia”

di Posted on
Condivisioni

Da domani a Roma parte il progetto "Sorrisi in Italia" promosso da Operation Smile, che avrà come obiettivo il trattamento gratuito in favore di bambini, adolescenti e giovani adulti, residenti nel nostro Paese, affetti da labio-paletoschisi e da gravi malformazioni facciali. Questa collaborazione consentirà alle famiglie in attesa dell’intervento dei loro piccoli nella struttura pubblica – e che non possono sostenere i costi dell’intervento in una struttura privata – di poter fare operare al più presto i loro figli. I pazienti saranno sottoposti a intervento chirurgico dal 4 al 10 febbraio. Inoltre, fino alla fine dell’anno, medici, anestetisti, infermieri e altri operatori sanitari coinvolti nel progetto, presteranno la loro opera per un week end al mese, sempre gratuitamente. Ad oggi, diversi bambini, sono stati sottoposti ad uno screening gratuito dai medici volontari di Operation Smile, presso la struttura sanitaria romana.

L’accordo
. Il progetto nasce dall’accordo tra la Fondazione Operation Smile Italia Onlus e la Casa di Cura Sanatrix. La volontà di creare una collaborazione con la Casa di Cura è nata in seguito a numerose segnalazioni e richieste giunte alla Fondazione da parte di famiglie italiane o residenti in Italia. Mentre si è in attesa che – in attuazione del Protocollo in essere con il Ministero della Salute – venga avviata a Roma l’attività di una Smile House, come già avvenuto lo scorso anno a Milano, Operation SMile Italia e la Sanatrix hanno siglato un protocollo d’Intesa della durata di un anno, in considerazione della necessità di intervenire sui bambini nel più breve tempo possibile.

Cos’è Operation Smile
. Costituita nel 2000 in Italia, l’organizzazione fa parte di una struttura umanitaria internazionale formata da medici, infermieri e altri operatori sanitari, tutti volontari, che realizzano gratuitamente missioni umanitarie in oltre 60 paesi del mondo, per correggere con interventi di chirurgiua plastica ricostruttiva, gravi malformazioni del viso come il labbro leporino e la palatoschisi: ma non solo, vengono curati durante le missioni mediche gli esiti di ustioni ed i traumi. Dal 1982, anno di costituzione della Fondazione madre negli Stati Uniti, sono stati effettuati oltre 200.000 interventi chirurgici e operti migliaia di bambini.

Le malattie.
Le labio-palatoschisi sono fra i quattro più importanti difetti che si presentano alla nascita, e i bambini che soffrono di questa malformazione possono avere difficoltà ad alimentarsi, a parlare e perfino ad alimentarsi. Nei Paesi in via di sviluppo un bambino su 500 nasce con deformità facciali correggibili: intervenire su una labio schisi richiede un intervento chirurgico medio di circa 45 minuti. Ancora decine di migliaia di bambini rimangono non operati. Operation Smile è una delle prime organizzazioni sanitarie al mondo ad aver aderito al programma dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) "Save surgery, Save Lives" che ha l’obiettivo di ridurre l’incidenza di complicazioni nel corso di operazioni chirurgiche nei Paesi in via di sviluppo e di garantire un controllo nella qualità dei servizi medici resi nei paesi emergenti.