Questo sito contribuisce all'audience di

Olio di casa mia

di Posted on
Condivisioni

Per dare il giusto riconoscimento a quanti, per pura passione, si dedicano alla cura di oliveti e ne scongiurano l’abbandono, anche quest’anno le Condotte Slow Food di Terra di Lavoro e l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, in collaborazione con il Comune di Camigliano (CE) e con il patrocinio della Provincia di Caserta e dell’Associazione nazionale dei Comuni virtuosi, hanno bandito il concorso “L’Olio di casa mia”, riservato agli oli extravergini di oliva prodotti in provincia di Caserta dagli agricoltori amatoriali.

Come già organizzato nella prima edizione, il Premio prevede una prima fase di selezione che si svolgerà, in collaborazione con le sedi periferiche dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione (Ce.S.A.), in quattro comuni della provincia e una finale che avrà luogo a Camigliano l’8 aprile prossimo.

Insieme ai produttori amatoriali saranno premiati anche i titolari dei frantoi oleari presso cui sono stati prodotti gli oli.

Contestualmente alla finale si terrà un convegno sul tema “Olivicoltura e biodiversità: strategie di salvaguardia e valorizzazione delle cultivar locali”, con la partecipazione di docenti universitari, tecnici e produttori olivicoli.

I produttori amatoriali che intendono partecipare al Concorso devono far pervenire entro le ore 12,00 del 30 marzo 2010 la domanda di partecipazione, redatta sull’apposito modulo, unitamente ai campioni di olio contenuti in due bottiglie da litri 0,50, etichettate con nome, cognome e residenza del produttore amatoriale presso le seguenti sedi Ce.S.A. – Centri di Sviluppo Agricolo della Regione Campania.

Copia del modulo di adesione e del regolamento sono allegati alla presente o scaricabili dai siti web: www.slowfoodcampania.com e www.agricoltura.regione.campania.it.