Questo sito contribuisce all'audience di

“Occhio alla bottiglia” fra i banchi di scuola

Condivisioni

Riutillizzare per non sprecare: è questo il motto dell’insegnante Anna Maria Barracca, della scuola media del IV istituto comprensivo G. “Marconi” di Lentini (SR). La scuola partecipa al Premio Non Sprecare con il progetto “Occhio alla bottiglia“, inaugurato il 14 febbraio 2012, attraverso il quale gli alunni della scuola media ma anche quelli delle elementari si sono impegnati a riutilizzare la stessa bottiglia d’acqua (riempita a casa e usata più volte) e a non comprare ogni giorno la minerale usa e getta per evitare di produrre rifiuti e inquinamento. La professoressa – che insegna italiano, storia e geografia – ci scrive: “Sono molto sensibile al tema dell’ambiente e da anni guido i miei alunni a conoscerne i problemi e ad assumere atteggiamenti responsabili che li trasformino da consumatori in cittadini consapevoli”.

Sono state distribuite agli alunni delle etichette da apporre sulle bottiglie, con il logo del progetto, ed è stato incaricato un alunno per classe per monitorare le sostituzioni: alla fine dell’anno scolastico è stato possibile calcolare il risparmio di bottiglie di plastica. “Il riutilizzo ha permesso il risparmio del 30% circa di bottiglie – racconta la professoressa – per migliorare il risultato raggiunto l’anno prossimo riproporrò il progetto affidandone la gestione agli insegnanti e non agli stessi alunni”.

Oltre al progetto “Occhio alla bottiglia”, durante l’anno scolastico è stato approfondito il tema dello spreco con la pubblicazione di articoli dedicati al riutilizzo, al riciclo e al risparmio, nell’ambito del concorso Newspapergame: la pagina realizzata dall’istituto comprensivo “Marconi” è stata premiata dal quotidiano “La Sicilia” come la migliore nella provincia di Siracusa.