Non Sprecare a Ecomondo 2013 | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Non Sprecare a Ecomondo 2013

La Green Economy è un’opportunità per le aziende di innovare e di restare sul mercato proponendo nuovi e più efficienti prodotti: Ecomondo è una vetrina di grande importanza per tutte le imprese che fanno dell’innovazione nel settore dello sviluppo sostenibile

Condivisioni

Ecomondo è la Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile, e noi di Non Sprecare non potevamo non andarci. Si tratta di un appuntamento che nel corso degli anni ha fatto registrare un progressivo successo fino a raggiungere, nell’edizione 2012, gli 85mila visitatori, le 1200 aziende ed oltre 150 convegni di approfondimenti.

Numeri che testimoniano il crescente interesse per temi che non possono più essere relegati ad un fantomatico “ambiente”, ma che investono la vita quotidiana di ognuno di noi e, di conseguenza, anche tutto il mondo produttivo.
La Green Economy è una necessità oltre che un’opportunità per le aziende di innovare e, quindi, di restare sul mercato proponendo nuovi e più efficienti prodotti. In quest’ottica Ecomondo è una vetrina di grande importanza per tutte le imprese che fanno dell’innovazione nel settore dello sviluppo sostenibile la loro mission.

ECOMONDO 2013 L’edizione 2013 che si svolgerà dal 6 al 9 novembre avrà come focus 6 aree di interesse:

  • Waste: gestione, riciclo e valorizzazione dei rifiuti;
  • Oro Blu: monitoraggio, gestione, trattamento e valorizzazione delle acque reflue industriali e civili;
  •  Biobased Industry: sezione dedicata all’industria chimica da biomasse, bioraffinerie da biomasse non-food dedicate e residui;
  •  Reclaim Expo: area riservata alle aziende che si occupano di monitoraggio e di bonifica di siti, suoli e sedimenti contaminati;
  •  Air: monitoraggio e trattamento dell´inquinamento dell´aria.
  •  Smart cities and communities, (la città sostenibile): tutto ciò che può essere utile in termini di prodotto ed idee per far sì che i luoghi in cui viviamo siano sostenibili dal punto di vista ambientale.

Twitteremo e manderemo foto dai vari padiglioni: stay tuned!