Questo sito contribuisce all'audience di

National Geografic cerca di capire quanta energia consumiamo

di Posted on
Condivisioni

Cibo, aria, acqua ed energia sono necessari all’esistenza umana. La speranza di miliardi di persone verso una vita migliore è legata all’approvvigionamento delle risorse cosiddette energetiche. Il problema cresce con la crescita della popolazione mondiale, oramai vicina al tetto di 7 miliardi di individui. Per dare una risposta e un indirizzo di soluzione a queste questioni, National Geographic in partnership con Shell ha dato vita al “Great Energy Challenge”. L’iniziativa dura tre anni e I risultati possono aiutarci a comprendere lo stato attuale e le capacità in prospettiva della nostra situazione energetica. Messi insieme i maggiori ricercatori e scienziati, sotto la direzione di Thomas Lovejoy, noto biologo, il team lavorerà per identificare e supportare i progetti che abbiano come focus nuove soluzioni energetiche.

Partecipare al Great Energy Challenge può farci fare la differenza nella prossima e cruciale decade, ma soprattutto può farci cambiare idea su ciò che pensiamo relativamente al consumo energetico. Il sito dell’iniziativa diventa così una risorsa partecipata in cui chiunque di noi può misurare: l’energia che consuma e condividerla, trovare progetti e iniziative in giro per il mondo o proporne di sue, calcolare il proprio peso energetico (il famoso carbon footprint) seguendo una vera e propria dieta mensile, leggere e informarsi sulle energie. Il progetto promette di crescere giorno dopo giorno, dichiarando apertamente che le decisioni prese oggi riguardano la natura, la qualità e la sostenibilità delle nostre vite: non resta che partecipare all’impresa semplicemente cliccando all’indirizzo: environment.nationalgeographic.com/environment/energy/great-energy-challenge/

Ecoseven