Questo sito contribuisce all'audience di

Leaf elettrica rivoluzionaria

di Posted on
Condivisioni

Proponendo una berlina media, la Nissan vuole dare un segnale chiaro e forte per dimostrare che il motore elettrico non è adatto solo all’uso urbano, ma anche a un impiego a medio raggio a soddisfare le esigenze di una famiglia. La critica ha risposto con entusiasmo, eleggendo la Leaf “Auto dell’anno 2011”. Gli automobilisti italiani, invece, devono dare ancora il loro responso, perché la vettura non ha ancora iniziato ad essere distribuita, sebbene sia già ordinabile. È stata progettata espressamente per la mobilità elettrica, quindi non deriva da un modello presistente con motore termico. È lunga 445 cm, quindi risulta leggermente più abbondante di una Golf, e ha uno stile molto moderno, anche se un po’ tormentato nella zona posteriore. L’abitacolo è ampio, grazie alla sistemazione di batterie al litio sotto il pianale, rifinito con attenzione, ben disegnato e può ospitare comodamente cinque passeggeri. Anche la capacità di carico si dimostra ragionevole, visto che il bagagliaio ha un volume utile di 330 litri. La dotazione poi è completissima e comprende anche navigatore satellitare, climatizzatore, telecamera posteriore per il parcheggio e un sistema che permette di comandare il riscaldamento – raffreddamento degli interni da remoto via smartphone per una migliore gestione della carica. La Leaf, in pratica viene venduta full optional, e l’unico accessorio a pagamento è il tetto con cellule fotovoltaiche che sopperisce alla richiesta di energia degli accessori elettrici. Il motore da 80 kW, circa 108 cv, agisce sulle ruote anteriori e alle basse velocità garantisce una spinta notevole, equiparabile a quella di un V6 a benzina, mentre lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in circa 12 secondi, che rappresenta un valore di buon livello per una berlina media da famiglia. La Leaf dovrà competere sul mercato con la  Honda Accord Berlina  e la Insight

Ciro Buono