Questo sito contribuisce all'audience di

Il primo taglio di Crocetta: via le missioni inutili

Condivisioni

La Sicilia risparmierà 1,3 milioni di euro all’anno. A tanto ammonta il taglio delle missioni per lavoro nella regione, voluto dal neo governatore Rosario Crocetta. Come leggiamo su CanicattìWeb, politici, consulenti, dirigenti e funzionari regionali in missione per lavoro in Sicilia, in Italia e all’estero sono costati nel 2011 alle casse della Regione oltre 6,2 milioni di euro. Il dato emerge sommando gli appositi capitoli di bilancio dei singoli assessorati e della Presidenza della Regione. In alcuni casi i fondi stanziati in bilancio si moltiplicano durante l’anno come è avvenuto per le spese del personale del dipartimento Infrastrutture e degli uffici di motorizzazione, schizzate l’anno scorso da 418.000 a 823.847 euro.

Troppo per il neo governatore Rosario Crocetta che dopo una prima analisi dei costi, effettuata col supporto della segreteria nel giorno del suo insediamento, ha deciso di tagliare la spesa per le missioni di almeno il 20%, con un risparmio immediato di 1,3 milioni all’anno. Gran parte della spesa riguarda dirigenti e funzionari pubblici, quasi 5 milioni immobilizzati in bilancio. L’ex governatore Raffaele Lombardo e i suo assessori hanno speso direttamente 738 mila euro, rispetto a una previsione di 995 mila euro. Altri 500 mila euro sono stati versati dalla Regione per pagare le missioni del personale degli uffici di gabinetto degli esponenti di governo e 162,8 mila euro per i componenti della segreteria generale della Presidenza della Regione.

In alcuni casi la spesa finale risulta maggiore di quella iscritta in bilancio: per esempio, per coprire la spesa delle missioni degli agenti di scorta dell’ex governatore, nel 2011, la Regione ha aumentato il budget di 60 mila euro, portandolo da 300 a 360 mila euro. Oltre un milione di euro è la spesa per le missioni in capo alla Presidenza della Regione, solo per i viaggi dell’ex governatore sono stati spesi 40 mila euro (60 mila in meno della previsione), altri 360 mila per gli agenti di scorta (60 mila in più del previsto) e 162.835 per le missioni del personale della segreteria generale. E poi 81.065 euro per le missioni di dirigenti e funzionari del dipartimento di Protezione civile, 30 mila euro per il personale a tempo determinato dello stesso dipartimento; oltre 200 mila euro per il personale del dipartimento programmazione.