Guida agli acquisti di gruppo e low cost | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Guida agli acquisti di gruppo e low cost

di Posted on
Condivisioni

C’è la lezione di tango con la maestra-ballerina a 5 euro invece che 25, il corso di fotografia a 45 euro anziché 270, oppure 3 massaggi a 39 euro invece di 150 e una seduta dal parrucchiere per lei, con shampoo, taglio, piega e colore
a 39 euro anziché 240. Proliferano senza sosta i cosiddetti siti di “social shopping”: Groupon, Groupalia, LetsBonus, Glamoo, Yoodeals, Tuangon, Kgb Deals, Prezzofelice, Noi Buy solo per citare i principali ma la lista è anche più lunga. Il settimanale il Salvagente, nel numero in edicola da giovedì 15 settembre, ha dedicato una guida pratica al fenomeno degli acquisti di gruppo. 

Si tratta di siti internet che consentono di comprare beni e servizi a un prezzo conveniente – in media con sconti dal 30 al 60% con punte anche dell’80% – a patto che l’offerta raggiunga un numero minimo di acquirenti entro una certa scadenza (di solito dalle 24 alle 72 ore). Se il quorum non viene raggiunto, niente da fare: il servizio o l’oggetto non può essere acquistato. La lista di proposte è in continuo aggiornamento, con un’offerta che nell’arco degli ultimi mesi, è passata dai trattamenti di bellezza (per lo più destinati a un pubblico femminile) alle escursioni fino ai week end fuori porta, alle cene al ristorante e persino alla giornata in autodromo alla guida di una Ferrari. Ultimi in ordine di tempo alcuni prodotti tecnologici di tendenza, smartphone e tablet in prima fila. 

Lusso low cost. A chi si rivolgono i siti di social shopping? A chiunque, senza distinzioni, visto la trasversalità di profili di chi usa internet, ma di certo a tutti coloro i quali vogliono concedersi qualche extra o togliersi uno sfizio ma che fino a oggi non avevano osato per via dei prezzi troppo alti. Una sorta di lusso in salsa low cost fatto di beni tutt’altro che di prima necessità, ma che – come recitava il poeta Oscar Wilde: “Viviamo in un’epoca in cui il superfluo è la nostra unica necessità”, ed eravamo nel – l’800 – diventano indispensabili per molti. Ed ecco quindi spo-polare i pacchetti riguardanti cure estetiche per unghie, capelli, corpo, o soggiorni per coppie in castelli medioevali; il tutto per un pubblico che secondo
le stime conta clienti nell’ordine di grandezza di alcuni milioni, solo in Italia. 

I servizi più utili. I siti di gruppi di acquisto on line tuttavia hanno nel paniere una serie di offerte meno “superflue”, ma decisamente più concrete e con le quali gli utenti possono davvero risparmiare. C’è ad esempio il tagliando e check-up dell’auto a 49 euro (che comprende cambio olio e filtri, ricarica aria condizionata, e controlli di filtri aria, clima e impianto frenante) oppure la revisione della caldaia di casa – che per legge deve essere effettuata ogni 12 mesi – a 29 euro anziché 80 (pulizia, analisi dei fumi e rilascio bollino verde). Da qualche tempo a questa parte inoltre stanno prendendo sempre più piede le offerte legate ai dentisti, notoriamente poco amati soprattutto per i prezzi non proprio accessibili. E anche qui è possibile risparmiare spendendo 39 euro anziché 130 per una visita di base (rimozione tartaro, pulizia con trattamento air flow e spazzolino elettrico in omaggio). Stessa musica per gli oculisti: con 39 euro si può acquistare un pacchetto completo di controlli: dall’esame della refrazione alla misura della vista, dalla topografia corneale computerizzata alla mappa pachimetrica a ultrasuoni.