Questo sito contribuisce all'audience di

Giardini e ambiente: oltre 200 opportunità di lavoro

di Posted on
Condivisioni

Irene Consigliere

Torna alla Fiera di Genova dopo cinque anni Euroflora, la più importante e spettacolare fiera del florovivaismo in Europa, dal 21 aprile al primo maggio. Ed è tempo di bilanci per il settore. Il mercato italiano sembrerebbe dinamico e vivace. Secondo i dati Eurostat, infatti, in Europa (produzione di fiori e piante ornamentali pari a 10,44 miliardi di euro, mentre a livello mondiale è di 24,4 miliardi) l’Italia è seconda in termini di valore della produzione florovivaistica solo all’Olanda. Anche se a causa della crisi ha subito una fase di stallo sia per l’aumento del costo delle materie prime e di produzione, sia per il calo della spesa media dedicata al verde.

 

Il mercato – C’è poi un’ulteriore contrazione degli investimenti da parte delle famiglie per prodotti florovivaistici del 2% rispetto all’anno scorso (-4%), riferisce l’Ismea, Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, nonostante le spedizioni sia di fiori recisi sia di piante, alberi e arbusti siano andate molto bene. Ragione per cui, in base a quanto ha rilevato Adecco, le aziende che operano nel comparto, che sono generalmente piccole e medie imprese con scarso potere commerciale, si dimostrano ancora caute e in molti casi per reclutare personale, che spesso è stagionale e viene preso con contratti di somministrazione, si affidano alle agenzie del lavoro.

Agronomi e tecnici – Per quanto riguarda le assunzioni, nel 2010 l’agenzia interinale ha inserito un centinaio di profili nelle aziende sue clienti. Trend che dovrebbe ripetersi nel 2011. Anche il sito di annunci di offerte di lavoro sul Web Monster pubblica al momento cento offerte in questo ambito. Sono richiesti per esempio agronomi specializzati nel biogas-biomasse con laurea in biologia e scienze naturali, tecnici agronomi laureati in scienze agrarie, ingegneri ambientali, ma anche giardinieri e trattoristi.

Mentre Openjob è a caccia di 8 candidati per ricoprire rispettivamente le posizioni di addetto al verde per una società del settore della vivaistica di San Vito al Tagliamento (Pn) che abbia maturato una buona esperienza nella manutenzione di aiuole, terrazzi, tappeti erbosi, rosai e cespugli ornamentali. Servono poi un operaio agricolo a Orsago (Tv) che conosca tutte le piante da interno ed esterno e due addetti alla vendita con esperienza nel giardinaggio per l’apertura di un nuovo centro commerciale vicino a Pordenone. E vicino a Bergamo è ricercato un diplomato in agraria per la primavera/ estate con contratto full-time e disponibilità per le aperture festive. Un giardiniere a Orzinuovi (Bs) e uno a Loreto (An) per una struttura turistica: sono altre posizioni aperte.

Professionisti del verde – In Metis stanno reclutando invece un green keeper, figura altamente specializzata con attestato di qualifica che si occupi della manutenzione e taglio dell’erba in un Golf Club (a Novara). E’ necessario poi un diplomato o laureato che rivestirà il ruolo di consigliere di vendita nel reparto giardinaggio per un’azienda del settore GDO (a Monza). Un commesso per una società floreale è il profilo ricercato nei pressi di Conegliano.

Le chance nelle vendite – In controtendenza si sta comportando Interflora Italia, la principale società attiva nel servizio di consegna dei fiori, piante e regali a domicilio. "E’ in costante crescita con un giro d’affari che supera i 20 milioni di Euro" racconta Claudio Lapenna, responsabile marketing che aggiunge inoltre che nell’ultimo quinquennio la politica occupazionale ha registrato un aumento del 25% per sostenere la crescita prevista nel prossimo triennio. Ad aiutare l’azienda sono soprattutto nuovi canali di vendita tramite i quali è possibile inviare fiori e il sito internet.

10,44 miliardi, il giro d’affari del settore in Europa

100 i profili inseriti da Adecco nel 2010 nelle aziende clienti

20 milioni circa, il fatturato di Interflora Italia