Questo sito contribuisce all'audience di

Eco edilizia popolare a Singapore

di Posted on
Condivisioni

Ad una prima occhiata sembrano i soliti palazzoni di città uguali a tutti gli altri. Osservandoli più attentamente si scopre, invece, che questi edifici sono costruiti in modo tale da sfruttare al massimo ogni forma di energia naturale. Accade a Punggol, un sobborgo della città-Stato di Singapore, dove è stato realizzato un intero complesso di edifici di edilizia popolare “green”.

LEGGI ANCHE: Una casa senza bollette per acqua e luce

La città-Stato, in cui l’80% della popolazione vive in abitazioni realizzate dall’amministrazione centrale, si presenta come una vera e propria eco-town in totale accordo agli standard di architettura sostenibile.

LEGGI ANCHE: Casa sostenibile, tutte le novità per risparmiare energia e risorse

Ad esempio, per evitare gli sprechi di energia dovuti alla climatizzazione degli ambienti, tutti gli edifici hanno i tetti ricoperti di piante che non solo abbelliscono l’ambiente ma permettono allo stesso tempo di abbassare la temperatura dei palazzi. Le pareti esterne sono, invece, di colore bianco per respingere i raggi del sole. Si aggiungono poi sistemi che producono energia sfruttando il vento e strumenti che semplificano il riciclaggio dei rifiuti.

LEGGI ANCHE: Sedicenne si costruisce la sua casetta green

Una bella iniziativa che punta a innovare e rispettare l’ambiente anche nella costruzione di immobili per i meno abbienti e che, per una volta, fa sì che il dibattito sull’edilizia popolare non sia incentrato solo su sfratti, occupazioni e file interminabili per ottenere una casa.