Questo sito contribuisce all'audience di

Contro la crisi arrivano le moto low cost

di Posted on
Condivisioni

Scommettiamo che il 2012 sarà l’anno delle «piccole»? Alcune delle novità più attraenti nel panorama motociclistico sono infatti mezzi semplici, di cilindrata ridotta, economici nell’acquisto e nella gestione. La crisi economica da un lato, la voglia di moto alla portata di tutti (compreso il sempre crescente pubblico femminile) dall’altra, stanno rilanciando le moto guidabili con la patente A2.

COS’E’ LA PATENTE A2-Prima di tutto, rinfreschiamoci la memoria: la patente A2 è quella che si consegue a 18 anni e permette di condurre moto dalla potenza massima di 34 CV (25 kW). Le proposte del mercato in questo settore si stanno moltiplicando.

LE NOVITA’ IN ARRIVO-Recentemente abbiamo parlato della Suzuki Inazuma, che debutterà in Italia al Motodays di Roma il prossimo marzo: si tratta di una nuda bicilindrica d’impronta sportiva che promette comfort anche per il passeggero. Il prezzo non è ancora stato comunicato. Appena anticipata alla stampa anche la SYM SB250Ni che, a dispetto del motore non troppo grintoso (25 CV), si dà arie da maxisportiva. L’arma di questa taiwanese sarà il prezzo: non è stato ancora dichiarato ma c’è da credere che non supererà i 4000 euro. La novità più eclatante del settore è la Duke 200, la nuda di KTM presentata in India in questi giorni, proprio in concomitanza con l’ingresso del marchio austriaco sul (potenzialmente gigantesco) mercato asiatico. La Duke 200 pesa solo 127 kg ed è dotata di sospensioni raffinate. Il prezzo sarà poco inferiore ai 4300 euro. Se queste sono le novità, è bene ricordare anche le reginette consolidate di questa fascia di mercato: prima di tutte naturalmente la Kawasaki Ninja 250, il cui bicilindrico da 33 CV sfiora il limite massimo consentito (costa 4990 euro), la Honda CBR250R, compatta nelle dimensioni e precisa anche nella guida sportiva (4200 euro), l’essenziale e maneggevole Yamaha YBR 250 (4800 euro) e, infine, l’unica custom del lotto, ossia la bicilindrica Kymco Venox 250 (circa 4900 euro).

LE «DEPOTENZIATE»-Per i diciottenni che proprio non si accontentano ma vogliono entrare nel mondo della moto dall’ingresso principale, esiste comunque un’altra strada. Le case costruttrici (o alle volte i grandi concessionari), propongono anche moto di cilindrata superiore, declinandole in apposite versioni depotenziate a 25 kW. La pratica è, ovviamente, del tutto legale e le «depo» esercitano sui neo-maggiorenni un fascino facilmente intuibile. La lista dei modelli in commercio sarebbe lunga: tra i più gettonati ricordiamo le Harley-Davidson della Serie Sportster, a partire dalla 883, le BMW F 650 e G 650 GS, la Ducati Monster 696 e 796 e la Kawasaki ER-6n: in generale si tratta di moto che, con la dovuta attenzione, possono essere adatte anche ai neopatentati. Non mancano però le estremizzazioni del concetto: volendo, si possono trovare in versione depotenziata addirittura supersportive carenate dal grande richiamo, come la Kawasaki Ninja ZX-6R o la Suzuki GSX-R 600: vere racer che, limitate a 25 kW, risulteranno certo un po’ castrate… ma volete mettere che scena davanti al bar?