Come rendere i peperoni più digeribili

Se arrostiti, aggiungete limone e aceto. Se crudi, scartate i semi e la parte biamnca all’interno. In padella, usate il trucco della mela

peperoni

Come rendere i peperoni più digeribili: un ortaggio molto utilizzato in cucina, con tante qualità, ma una sola, vera controindicazione. Non sempre è facile digerirlo. Specie se lo mangiamo la sera.

COME RENDERE I PEPERONI PIÙ DIGERIBILI

Esistono diversi metodi per rendere i peperoni più digeribili, e fare in modo di poterli mangiare senza problemi. Innanzitutto, si può optare per i peperoni crudi. Per prepararli, è fondamentale lavare accuratamente l’ortaggio, eliminare il picciolo non commestibile e scartare tutti i semi che possono causare disturbi intestinali. Inoltre, la parte bianca interna dovrebbe essere attentamente rimossa, poiché può generare una sensazione di pesantezza sgradevole. Per quanto riguarda i peperoni cotti, la pelle rappresenta una delle parti meno digeribili. Se arrostiti, i peperoni vengono privati più facilmente della pelle. Dopo averli arrostiti, che sia su una griglia, in forno o meglio ancora sulla brace, basta adagiare i peperoni in una ciotola e coprirli con un piatto o un coperchio mentre sono ancora caldi. Oppure si può utilizzare una busta per alimenti, chiusa. Bisogna attendere che i peperoni si raffreddino e sarà più facile spellarli.

LEGGI ANCHE: Peperoni ripieni: due ricette gustose

PERCHÉ I PEPERONI SONO DIFFICILI DA DIGERIRE?

Perché i peperoni sono così difficili da digerire? Esistono vari fattori che rendono complessa la digestione dei peperoni. Prima di tutto, bisogna dire che non tutte le parti del frutto sono ugualmente ostiche da digerire; quelle che possono causare difficoltà sono la pelle, i semi e le coste interne bianche. Inoltre, all’interno dei peperoni sono presenti due sostanze, la solanina e la flavina, che concorrono a una digestione più lenta.

  • • La solanina è una sostanza tossica riscontrabile in diverse verdure, quali le melanzane, le patate, i pomodori e i peperoni. Può generare vari disturbi, tra cui sonnolenza e irritazione della mucosa gastrica e, in casi estremi, se assunta in quantità elevate, può avere effetti più gravi. Fortunatamente, la presenza di questa sostanza diminuisce con l’ulteriore maturazione dell’ortaggio. Pertanto, un consiglio essenziale è optare per ortaggi ben maturi. I peperoni verdi, pur presentando un gusto allettante, risultano essere meno maturi e, perciò, più complessi da digerire. Per lo stesso principio, è preferibile evitarne il consumo dei peperoni al di fuori della loro stagione naturale. 
  • • La seconda sostanza che incide sulla digeribilità è la flavina, la quale si trova nei semi e nella parte interna bianca dei peperoni. Ingerirla può causare sensazioni di pesantezza allo stomaco. Il processo di digestione risulta facilitato se si esegue una pulizia meticolosa di questi ortaggi.

PEPERONI ARROSTITI CON L’AGGIUNTA DI LIMONE E ACETO

La tecnica di arrostire i peperoni porta alla scomparsa di un enzima che ne rende più facile la digestione. Per ovviare al problema, ci sono due cose da fare: aggiungere del limone o dell’aceto ai peperoni arrostiti. Inoltre, si consiglia di non rimuovere l’acqua che contengono a fine cottura (dove si trova l’enzima), ma semplicemente di pulirli bene da pelli, semi e parti bianche. Questa operazione di pulitura rende i peperoni più digeribili.

PEPERONI CRUDI

I peperoni crudi rappresentano un’opzione nutrizionale assai vantaggiosa per diverse ragioni. 

  • La cottura può alterare le proprietà dei cibi e questo vale anche per i peperoni. Mangiarli crudi offre l’opportunità di assorbire una gamma completa di vitamine e minerali essenziali. Ad esempio, la vitamina C, presente specialmente nei peperoni rossi, nota per il suo ruolo nel sistema immunitario e nella salute della pelle, può ridursi durante la cottura.
  • Inoltre, i peperoni crudi sono un’ottima fonte di fibre, che contribuiscono alla salute digestiva e al mantenimento della sazietà.
  • I peperoni crudi aiutano a contrastare la ritenzione idrica, offrono preziosi antiossidanti al corpo, in grado di combattere i radicali liberi che concorrono all’invecchiamento cutaneo.
  • I peperoni crudi favoriscono anche la perdita di peso, aumentano l’energia e preservano la memoria e la concentrazione. Inoltre, riducono i livelli di colesterolo e promuovono la regolarità intestinale, scongiurando la stitichezza. 
  • Il consumo di peperoni crudi si dimostra vantaggioso per la salute degli occhi, contrastando le patologie degenerative oculari come glaucoma e cataratta, rafforzando la struttura ossea e prevenendo l’insorgenza dell’osteoporosi; 
  • Dal punto di vista del gusto, la pelle croccante e il succo interno dei peperoni crudi offrono una piacevole sensazione di freschezza e croccantezza, rendendo il consumo di questi ortaggi un’esperienza piacevole per il palato. Inoltre, i peperoni crudi possono essere utilizzati in una varietà di modi: in insalate, salse, spuntini, essendo molto versatili dal punto di vista culinario.

PEPERONI IN PADELLA CON IL TRUCCO DELLA MELA

La digeribilità dei peperoni aumenta se nella loro preparazione (soprattutto quando vengono saltati in padella) si inseriscono dei pezzetti di mela. La mela va pulita accuratamente, rimuovendo il torsolo e i semi. Dopodiché, la si taglia in piccoli pezzetti da aggiungere nella padella, insieme ai peperoni, per poi cuocerli come di consueto. Nel corso della cottura, la mela rilascia sostanze zuccherine (come il fruttosio) e pectina, elementi che rendono i peperoni più leggeri.

PEPERONI CON LO ZUCCHERO

In alternativa al trucco della mela, per rendere più digeribili i peperoni, si può adottare lo stratagemma dello zucchero. È sufficiente introdurre un cucchiaino di zucchero durante la preparazione di questi ortaggi e ciò aiuterà a minimizzare la sensazione di pesantezza che potrebbe manifestarsi nelle ore seguenti al consumo. Inoltre, chi ama il gusto agrodolce, può combinare lo zucchero con un tocco di aceto, così da bilanciare accuratamente le proporzioni: si avranno i peperoni in agrodolce.

QUANTO TEMPO CI VUOLE PER DIGERIRE I PEPERONI?

Il tempo necessario per digerire i peperoni può variare in base a diversi fattori come il metabolismo individuale, lo stato di salute del sistema digestivo e il modo in cui sono stati cucinati o preparati. In generale, i peperoni si digeriscono in 30 minuti, mentre le verdure a foglia verde come i cavoli o broccoli, una volta cotte, si digeriscono in 40 minuti.

RICETTE CON I PEPERONI

I peperoni sono molto versatili in cucina, come dimostrano queste ricette che abbiamo preso sul nostro sito.

  1. Peperoni imbottiti fatti in casa. Una ricetta classica, perfetta per consumare gli avanzi del frigo. Formaggi, salumi, pane raffermo, per un piatto completo, veloce e gustoso, che mette d’accordo tutti.
  2. Peperoni in padella con pangrattato. Una ricetta facile e veloce da preparare. Ai peperoni si aggiungono uvetta, pinoli, frutta secca, spezie vari e anche olive o capperi. Il pan grattato unito alla fine, regala una nota di croccantezza.
  3. Torta salata di peperoni, tonno e limoni. Una torta salata, sfiziosa e genuina, che vede il tonno unito ai peperoni, insieme al coriandolo. La scorza di limone conferisce molta freschezza.
  4. Quinoa al forno con peperoni, spinaci e avocado. Una ricetta salutare, per muscoli e cuore. La quinoa è ricca di proteine, fibre e carbonarti, povera di grassi e priva di glutine; gli spinaci aiutano occhi e cuore, i peperoni sono pieni di vitamina B e con l’avocado si fa il pieno di proteine.
  5. Frittata di peperoni senza uova. Un piatto di origini campane, ideale per i bambini, che di solito non amano le verdure. Il pan grattato compatta la frittata, costituita da paperoni arrostiti. Alla fine si possono aggiungere pepe e capperi, se li si gradisce.

PER APPROFONDIRE: Frutta e verdura: proprietà sulla base del colore

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto