Questo sito contribuisce all'audience di

Cellulari, come risparmiare cambiando operatore

Condivisioni

La caccia al risparmio convince molti consumatori a cambiare operatore di telefonia mobile, nella speranza di trovare tariffe cellulari più convenienti e vantaggiose. Il passaggio è un’operazione immediata quanto semplice: è infatti il nuovo operatore che deve occuparsi di recedere dal vecchio contratto, senza alcun costo per i consumatori.

L’intervento dell’Agcom ha, inoltre, messo fine ai “recall” molesti con cui gli utenti venivano letteralmente bersagliati, nella speranza di convincerli a non effettuare il cambio di operatore. Quanto alle tempistiche, il passaggio con relativa attivazione della nuova linea telefonica deve avvenire entro 1 giorno lavorativo (in caso contrario, il cliente ha diritto a ricevere un indennizzo).

Cambiando operatore di telefonia è possibile usufruire di offerte speciali destinate ai “nuovi clienti”. Per quanto vantaggiose possano essere, si tratta, però, di promozioni che solitamente hanno una durata limitata nel tempo, allo scadere della quale i prezzi possono aumentare, anche in modo sensibile. Per questo motivo, al momento della scelta, bisogna valutare soprattutto il prezzo a regime. Infine, in caso di ripensamento, è bene sapere che si hanno comunque 10 giorni lavorativi per rescindere dal contratto (opzione valida solo se il contratto è stato sottoscritto online o via telefono).