Questo sito contribuisce all'audience di

Autobus elettrici: tutte le novità

Mobilità green, la nuova frontiera che in pochi anni potrebbe rivoluzionare l'intero sistema dei trasporti pubblici.

Condivisioni

Autobus elettrici: industria e amministrazioni locali sono in grande movimento lungo il sentiero di questa nuova frontiera che in pochi anni potrebbe rivoluzionare l’intero sistema dei trasporti pubblici. E una volta tanto l’Italia non è nella zona bassa della classifica dei Paesi che applicano nelle loro città le nuove tecnologie.

FOCUS: I bus elettrici di Vienna sono made in Italy

A Grosseto, per esempio, è appena entrato in servizio il bus elettrico al momento più efficiente d’Europa: si chiama RAMA-E-LIFE, ed è prodotto dalla Rama SpA in collaborazione con due aziende cinesi. L’autobus ha un’autonomia di percorso molto alta, oltre 200 chilometri, a una velocità massima di 80 chilometri all’ora e può trasportare fino a 64 passeggeri dei quali 28 con posti a sedere.

La trazione è completamente elettrica. L’obiettivo dell’amministrazione comunale di Grosseto è di avvicinarsi agli standard di Vienna, dove sono già in funzione 13 autobus elettrici, anche se con prestazioni inferiori rispetto al modello RAMA-E-LIFE.

PUO’ INTERESSARTI ANCHE: Auto elettrica, Obama la finanzia con i ricavi di gas e petrolio

Anche l’industria si sta muovendo con estrema rapidità sulla frontiera dei mezzi pubblici con tecnologia elettrica e la concorrenza è molto agguerrita. La ABB ha messo in produzione autobus elettrici, il modello si chiama Primove, che possono ricaricarsi in un tempo non superiore ai 4 minuti anche grazie al fatto che dispongono di una batteria super leggera.

La Bombardier, invece, ha presentato al salone di Ginevra un modello di autobus elettrico che per ricaricarsi non ha bisogno della sosta e delle prese elettriche. Tutto avviene in modo automatico, attraverso delle piastre magnetiche che assicurano continuamente la ricarica delle batterie.