Auto elettrica: Obama la finanzia con i ricavi di gas e petrolio | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Auto elettrica: Obama la finanzia con i ricavi di gas e petrolio

Condivisioni

Mi ha colpito l’ultimo annuncio di Barack Obama a proposito della sua politica energetica, conosciuta come Energy Security Trust. Il presidente americano, dopo un primo mandato molto deludente rispetto alle sue promesse ambientaliste, ci riprova con una mossa a sorpresa: spostare i ricavi dalle estrazioni di gas e e petrolio verso la ricerca scientifica per la nuova tecnologia elettrica nel campo della mobilità.

LEGGI ANCHE: Obama deve fermare la folle corsa alle armi

Obama intende investire nei prossimi dieci anni 2 miliardi di dollari, i dirittti di trivellazione di gas e petrolio, nella ricerca per i veicoli elettrici. Automobili, autobus e camion. Lasciando inalterati i saldi di bilancio, il presidente americano, che ha già salvato l’industria automobilistica dal default, sposta l’asse della politica energetica verso le fonti alternative. Riuscirà nella sua impresa? Il risultato non è sicuro, anche perchè i repubblicani minacciano di fare una dura opposizione in Congresso, dove il provvedimento dovrà essere approvato, e poco conta che la scelta di Obama non significa un aumento della tassazione per la lobby del petrolio. In ogni caso la linea della Casa Bianca è chiara: rilanciare l’industria dell’auto, ma non con il petrolio. E puntare la barra sulla rivoluzione dei consumi energetici.