Questo sito contribuisce all'audience di

A Cernobbio convegno sulle energie alternative dal 18 al 20 febbraio

di Posted on
Condivisioni

In Italia, circa un terzo dell’energia che consumiamo serve a riscaldare le nostre case e i nostri uffici: quando gli edifici sono troppo vecchi, coibentati poco o male, si tratta di una conseguenza inevitabile. Che fare, allora, se vogliamo consumare meno e risparmiare sulla bolletta del gas?

ComoCasaClima 2011, il primo salone organizzato in collaborazione con Agenzia CasaClima- KlimaHaus® di Bolzano, cercherà di dare una risposta a questo interrogativo, presentando al pubblico (di addetti ai lavori e non) tutte le tecnologie più avanzate per una progettazione di edifici e uno sviluppo energetico a basso impatto ambientale.

L’evento, a Impatto Zero®, si terrà da venerdì 18 a domenica 20 febbraio al Centro Congressi Spazio Villa Erba di Cernobbio ed ha il patrocinio di Ance Como, Camera di Commercio di Como, Confartigianato di Como, Comune di Como e Città di Cernobbio.

Uno dei principali obiettivi degli organizzatori è divulgativo: si vogliono far conoscere al pubblico non solo le tecniche costruttive più rispettose del Pianeta, ma anche e soprattutto le leggi sugli incentivi statali che consentono di migliorare l’efficienza energetica delle proprie case a costi ridotti.
Un’attenta progettazione, un sapiente utilizzo dei materiali, così come l’utilizzo di un buon isolamento termico e il corretto orientamento dell’edificio, infatti, portano ad un minore consumo di energia che si traduce in un risparmio sulle spese di riscaldamento. E a beneficiarne è anche l’ambiente: meno combustibile fossile si consuma, inferiore è la quantità di anidride carbonica e di polveri sottili immessa in atmosfera.

Nove le aree tematiche in mostra durante ComoCasaClima: energia solare, geotermica, da biogas, da biomassa, eolica a piccola scala, impianti termotecnici, involucri ad alta efficienza energetica, industria del pellet e domotica. Il programma è molto ricco di conferenze, convegni tematici con esperti del settore e workshop, per cui il suggerimento è di preregistrarsi a questo indirizzo.