Questo sito contribuisce all'audience di

Vademecum WWF per una Vacanza Ecosostenibile

di Posted on
Condivisioni

Dal sito del WWF Italia, un piccolo ma importantissimo vademecum per delle vacanze all’insegna del divertimento e del relax senza dimenticare l’eco-sostenibilita’, il rispetto per gli animali e per i luoghi.

“E’ il momento: torna l’estate e porta con se’ i nuovi progetti della prossima vacanza. Ancora una volta e’ il momento perfetto per fermarsi a capire come ogni nostra scelta anche in viaggio possa avere un impatto o essere una risorsa positiva, per l’ambiente. Sia che tu prediliga le spiagge del Mediterraneo o gli incredibili paesaggi del Grande Nord il tuo viaggio puo’ avere un vasto impatto sull’ambiente naturale. Ma se scelto e condotto responsabilmente il turismo puo’ essere una forza positiva per la conservazione della natura.

Prova a capire piu’ a fondo il fenomeno del turismo
cosa Produce
cosa Determina
cosa Rappresenta

Per affrontare in modo positivo le tue vacanze, senza rinunciare al tuo benessere, al tuo gusto di viaggiare e di conoscere paesi e popoli, la loro cultura e la natura che li circonda. Per capirne di piu’ visita le nuove pagine dedicate al viaggiare responsabile.
Segui la nostra semplice guida e potrai non solo avere una splendida vacanza, ma anche aiutare la natura allo stesso tempo?!

1) Scegli opportunamente la tua destinazione:

Quando per le tue vacanze ti sposti in aereo stai contribuendo alle notevoli emissioni di anidride carbonica (CO2), causa principale del cambiamento climatico.
Cerca di scegliere delle vacanze vicine a casa tutte le volte che puoi, o scegli delle localita’ che puoi raggiungere con altri mezzi di trasporto. […]
Ricorda che lo stesso importante problema del pesante carico di emissioni di CO2 dovuto ai viaggi aerei riguarda anche tutti i nostri spostamenti di lavoro e quelli legati al trasporto delle merci.
Anche in questo caso scegli i mezzi di trasporto a minor impatto tutte le volte che puoi.

2) Come muoverti:

Se proprio devi viaggiare in aereo, puoi calcolare le emissioni di CO2 corrispondenti al tuo viaggio e scegliere alcuni modi di compensare l’impatto determinato dal tuo viaggio e contribuire a rallentare il riscaldamento globale acquistando dei crediti di energia rinnovabile.
Cerca di non prendere auto a noleggio dagli aeroporti, ma di muoverti con i mezzi pubblici, taxi compresi e meglio che mai i treni, tutte le volte che puoi.
Se devi viaggiare in automobile spegni il motore quando sei in sosta o bloccato nel traffico, risparmierai carburante e contribuirai meno alle emissioni di CO2.
Noleggia la bicicletta, non solo sono ecologiche ed economiche, ma sono anche un’occasione per immergersi nel paesaggio, con i suoi colori, profumi e suoni?

Fai una passeggiata! Abituati a gironzolare a piedi, nelle citta’ o in natura, puoi scoprire qualcosa di speciale sul posto in cui ti trovi, percorrendolo a passo lento.
Riduci gli impatti delle tue attivita’ in vacanza evitando sports che hanno un forte impatto sull’ambiente, fai attenzione in particolare a tutti gli sports che prevedono l’uso dei motori e il consumo di carburanti e di acqua in quantita’.

3) Scegli il posto giusto in cui stare:

Scegli strutture ricettive che hanno adottato adeguate misure di trattamento dei rifiuti, che riciclano i materiali e fanno la raccolta differenziata, che dispongono di sistemi ad alta efficienza energetica e, dove possibile, che usano fonti di energia sostenibili e rinnovabili. […]

4) Mentre sei li’…:

Cerca gli itinerari e gli operatori di ecoturismo. Molti Tour Operator ora propongono vacanze che supportano lo sviluppo sostenibile, che cercano di non avere un impatto negativo sul territorio e sull’ambiente e permettono una positiva ricaduta economica dei proventi del turismo sulle comunita’ locali. Cerca di assicurarti della serieta’ dei progetti e degli operatori stessi che li promuovono.

Rispetta l’ambiente, resta sui sentieri e sui percorsi segnalati, soprattutto all’interno delle aree protette. Non portar via nessuno degli elementi naturali come souvenir: ne’ piante, ne’ rocce, ne’ conchiglie, ne’ tantomeno animali. Non lasciare mai rifiuti di alcun genere.
Cerca di consumare quantita’ limitate di acqua, scegli una doccia veloce anziche’ il bagno. Scegli tutte le volte che puoi contenitori riutilizzabili per l’acqua e se e’ possibile nel luogo della tua vacanza scegli di bere acqua di fonte o d’acquedotto anziche’ comperare acqua in bottiglia. Scegli bottiglie di vetro e con vuoto a rendere anziche’ bottiglie di plastica tutte le volte che puoi.

Limita il piu’ possibile l’uso di energia elettrica inclusa quella per l’aria condizionata e per la produzione di acqua calda. Spegni le luci e assicurati di aver chiuso i rubinetti quando esci dalla tua stanza d’albergo.
Riduci al minimo anche l’uso di prodotti detergenti sia per l’igiene personale che per la biancheria, rinuncia al cambio quotidiano degli asciugamani e delle lenzuola.
Presta attenzione ai rifiuti particolari derivanti dall’igiene personale, non gettare mai nulla nel WC?per non ritrovarteli poi sulla spiaggia!

Ricicla giornali, riviste e i contenitori delle bevande e abituati a ridurre al necessario il tuo uso di sacchetti di plastica e di imballaggi per gli alimenti. Anche al supermercato prova a chiedere al commesso di contenere il numero degli imballaggi per i tuoi acquisti di prodotti freschi.

5) Tornando a casa:

Alcuni souvenir alla fin fine possono costare in termini ecologici molto piu’ di quanto tu non li abbia pagati: pensaci due volte prima di acquistare qualunque oggetto naturale, fatto con parti di animali o piante, conchiglie, avorio o corallo. Tra l’altro oltre che colpire specie a rischio il loro possesso potrebbe essere illegale.