Ciaspolata | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Ciaspolata, il piacere di camminare sulla neve. Come vestirsi e i percorsi più belli in Italia

Si può andare ovunque. Basta scegliere un percorso adatto alla propria forma fisica. Le ciaspole sono in legno o in cuoio

Economiche, sicure, facili da usare. E con un grande vantaggio: consentono di andare ovunque sulla neve, godendosi la bellezza della natura e con diversi benefici per la salute. Le ciaspole sono lo strumento giusto per vivere intensamente la montagna, rispettandola: l’importante è scegliere sempre un percorso sicuro, adatto alla propria condizione fisica, con una buona esposizione al sole e con un bel panorama.

COS’È UNA CIASPOLATA

La ciaspolata è una camminata sulla neve con le ciaspole ai piedi. Le ciaspole sono racchette da neve originariamente realizzate con materiali naturali, di solito legno e cuoio, che venivano utilizzate soprattutto da contadini e cacciatori. Ne esistono di diverse forme e dimensioni, più piccole, più grandi, a seconda dell’uso che si intende farne. Se nelle montagne alpine le ciaspole ideali sono piccole, nei luoghi molto nevosi sono più adatte le ciaspole intrecciate di grandi dimensioni che affondano meno nella neve morbida. Oggi vengono realizzate con una base in plastica dura o un telaio in alluminio, un appoggio per lo scarpone e dei lacci, e sono dotate di un attacco snodabile che rende la camminata più agevole.

LEGGI ANCHE: Sciare bene e in modo corretto, 5 regole per non correre rischi e divertirsi

OCCORRENTE PER UNA CIASPOLATA

Se volete fare una ciaspolata è importante portarvi dietro tutto l’occorrente. Innanzitutto dovrete avere un abbigliamento adeguato allo sci-escursionismo, ai piedi scarponi di montagna impermeabili, racchette tipo quelle da sci ma un po’ più lunghe, uno zaino contenente kit di pronto soccorso, giacca, maglia di ricambio, borraccia termica, cordini, coltellino, fil di ferro, nastro adesivo, cartina. E infine ramponi in lega preferibilmente leggera.

COME VESTIRSI PER CAMMINARE CON LE CIASPOLE

Abbigliamento per ciaspolata

Abbigliamento per ciaspolata

L’ideale è vestirsi a strati per regolare la temperatura corporea e scegliere abiti che non tendano a impregnarsi di sudore, come succede per esempio con il cotone. Per quanto riguarda i pantaloni, ideali sono quelli da trekking mentre quelli da sci tendono a essere troppo ingombranti. Importante anche la giacca, meglio se da trekking, che isola da acqua e neve ma al tempo stesso consente all’umidità di fuoriuscire.

SCARPE PER CIASPOLE

Le scarpe più adatte sono scarponi da trekking invernali, alti, fascianti intorno alle caviglie, impermeabili e piuttosto rigidi. Gli scarponi vanno posizionati all’interno della struttura delle ciaspole e fissati con cinghie avvolgenti e attacchi appositi. Senza stringere troppo però. Importanti anche la calze da trekking e le ghette che fanno da barriera a neve, fango, acqua.

COME INIZIARE

Ciaspolata, come iniziare

Ciaspolata, come iniziare

Innanzitutto dovrete procurarvi tutto l’occorrente che serve per fare una ciaspolata in sicurezza e acquistare le ciaspole. In generale considerate che hanno misure standard per gli adulti e si regolano stringendole o allargandole a seconda del piede. Vanno quindi assicurate al piede tramite i ganci e mantenendo le fibbie esternamente. Dopodiché si può partire aiutandosi con le racchette da neve, facendo passi non troppo lunghi, e mantenendo le gambe un po’ divaricate. Il piede, durante la camminata nei tratti non ripidi, deve potersi alzare e abbassare liberamente. Nei tratti ripidi in salita si può utilizzare l’alzatacco, nelle discese grazie al gancio posteriore è possibile bloccare le ciaspole.

I 10 PERCORSI PIÙ BELLI IN ITALIA

In Italia sono numerosi i percorsi adatti alle ciaspolate, eccone 10 da provare.

1. Sul Monte Bianco, in Valle d’Aosta, ci si può avventurare nel campo ciaspole situato al Pavillon du Mont Fréty, partendo per escursioni mozzafiato accompagnati da guide alpine.
2. Tra la Vald di Non e la Val d’Adige, in provincia di Trento, è possibile percorrere un sentiero ideale per le ciaspolate che va dal Rifugio Predaia ai Todes’ci fino all’altipiano della Predaia. Le guide alpine locali vi accompagneranno alla scoperta di luoghi incantanti nel bel bezzo dei boschi.
3. Basta circa un’ora per percorrere l’itinerario che porta da Alpe Devero, in Piemonte, a Crampiolo partendo dalla località Ai Ponti. Costeggiando il fiume con le ciaspole ai piedi si raggiunge Alpe Corte d’Ardui proseguendo nel bel mezzo del bosco fino a destinazione, Crampiolo.

4. In quel di Merano, sul Monte San Vigilio, un altro percorso ideale per ciaspolate è il sentiero 34 che conduce alla chiesetta di San Vigilio e a un successivo ristoro.
5. Da Vallone di Valeille si può percorrere un itinerario che in un’oretta conduce alle Cascate di Lilliaz, in Val di Cogne, in Val d’Aosta. Le cascate sono uno spettacolo da non perdere.

6. In Friuli una delle ciaspolate più celebri parte da Forni di Sopra, dalla località Davost a fondovalle, e prosegue in direzione di Palas. Il sentiero presenta utili indicazioni che indicano il percorso. Da Palas si può anche proseguire per raggiungere il ponte sul fiume Tagliamento e spingersi ancora oltre.
7. Sempre in Friuli l’itinerario dei Laghi Fusine è perfetto per una ciaspolata non troppo impegnativa ma davvero mozzafiato per il paesaggio circostante. Dura circa 2 ore e mezzo e si parte poco dopo Tarvisio dal parcheggio della locanda Kantina.
8. Partendo da Cortina d’Ampezzo è possibile fare una ciaspolata diretta alle Cinque Torri. Si sale in seggiovia al rifugio Scoiattoli e si percorre il sentiero 425 verso il rifugio Cinque Torri.
9. Un altro percorso ideale per le ciaspolate si trova nel Parco del Beigua, si tratta dell’itinerario Cappelletta di Masone-Passo del Veleno, buono anche per principianti.

10. Ultima camminata invernale consigliata per le ciaspolate si trova in Val di Non, partendo dal Rifugio Predala in direzione malga Rodezza, per poi proseguire fino alla radura Bus del Spin. Grazie al sentiero 503 si raggiunge Sella di Favogna e si prosegue oltre.

SENTIERI E CAMMINI PER CHI AMA PASSEGGIARE:

Share

<