Prezzemolo: proprietà, usi e controindicazioni

Favorisce la digestione. Rafforza il sistema immunitario. Protegge le arterie. Però può causare bruciore di stomaco

Il prezzemolo, erba aromatica nativa nel Mediterraneo, prezioso alleato in tanti piatti, è ricco di sali minerali, innanzitutto fosforo e calcio, e di vitamine. Lassativo, il prezzemolo è un ottimo alleato contro le coliche renali e nel caso di ritenzione idrica.

PREZZEMOLO

Il prezzemolo è una pianta erbacea che fa parte della famiglia delle Apiaceae, comunemente conosciuta come famiglia delle ombrellifere. La sua denominazione scientifica è Petroselinum crispum. Ci sono principalmente due varietà di prezzemolo: il prezzemolo ricciuto, con foglie frastagliate e arricciate, e il prezzemolo piatto o italiano, caratterizzato da foglie più lisce e appiattite. Entrambe le varietà sono apprezzate per il loro sapore fresco e profumato, che può variare leggermente dal dolce al lievemente amaro.

Il prezzemolo viene spesso usato come erba aromatica per dare sapore a una vasta gamma di piatti, tra cui insalate, salse, zuppe, stufati e piatti a base di pesce. Inoltre, è noto anche per la sua funzione decorativa ed è spesso usato come guarnizione per abbellire la presentazione dei piatti.

Oltre al suo utilizzo in cucina, al prezzemolo vengono attribuite diverse proprietà benefiche per la salute. È ricco di vitamine, minerali ed antiossidanti e alcune ricerche suggeriscono che possa avere proprietà diuretiche ed antinfiammatorie.

LEGGI ANCHE: Piante aromatiche da coltivare in casa

ORIGINI

Il prezzemolo godeva di grande notorietà tra i popoli antichi che ne facevano uso per scopi specifici. Gli antichi Greci lo indossavano come ornamento sulla testa durante i banchetti, credendo che il suo profumo conferisse allegria e stimolasse l’appetito. I Romani lo impiegavano per decorare le tombe dei propri cari, mentre gli Etruschi lo consideravano una pianta magica, utile nei riti propiziatori o nella preparazione di unguenti.

Al prezzemolo si attribuivano virtù medicinali, affermando che stimolava la diuresi e poteva causare la comparsa delle mestruazioni, alleviandone i dolori. Nel Medioevo, il prezzemolo ottenne popolarità, perdendo l’associazione simbolica romana con il mondo dei morti. La sua presenza divenne comune in cucina, dando origine al detto “essere come il prezzemolo” per indicare qualcosa o qualcuno onnipresente.

Le foglie pestate o triturate venivano utilizzate per impacchi contro le punture d’insetti o come rimedio per i denti cariati. Il succo era impiegato per fermare l’emorragia nasale, lo stelo per filtri d’amore, le radici come base per unguenti e il decotto veniva assunto come afrodisiaco. Nel XVII secolo si attribuì al prezzemolo altresì la capacità di risvegliare l’eros maschile e di favorire l’afflusso di sangue agli organi genitali femminili.

Nell’Ottocento l’uso farmacologico del prezzemolo fu rivalutato quando alcuni ricercatori ne confermarono le proprietà emmenagoghe. La pianta veniva prescritta, anche clandestinamente, in dosi elevate, per favorire l’aborto.

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI

Un cucchiaio di prezzemolo, che equivale a circa 3,8 grammi (con l’apporto di appena una caloria), contiene anche:

  • 3,33 g di acqua
  • 0,11 g di proteine
  • 0,03 g di lipidi, fra cui 0,005 g di acidi grassi saturi, 0,011 g di acidi grassi monoinsaturi e 0,005 g di acidi grassi polinsaturi
  • 0,24 g di carboidrati, fra cui 0,1 g di fibre e 0,03 g di zuccheri
  • 320 UI di vitamina A
  • 5,1 mg di vitamina C
  • 0,003 mg di tiamina
  • 0,05 mg di niacina
  • 0,03 mg di vitamina E
  • 0,004 mg di riboflavina
  • 0,003 mg di vitamina B6
  • 62 mg di vitamina K
  • 6 mg di folati
  • 0,015 mg di acido pantotenico
  • 21 mg di potassio
  • 5 mg di calcio
  • 2 mg di magnesio
  • 0,006 mg di rame
  • 2 mg di fosforo
  • 2 mg di sodio
  • 0,24 mg di ferro
  • 0,04 mg di zinco
  • 0,006 mg di manganese

PER APPROFONDIRE: Come coltivare il prezzemolo nell’orto o in vaso

BENEFICI

Il prezzemolo offre diversi benefici per la salute grazie alla sua composizione nutrizionale ricca di vitamine, minerali e composti vegetali benefici. 

  • Il prezzemolo è una fonte significativa di vitamine, tra cui la vitamina K, la vitamina C e la vitamina A. Contiene anche minerali importanti come il ferro, il calcio e il potassio.
  • Il prezzemolo è ricco di composti antiossidanti, come la flavonolo quercetina e il carotenoide beta-carotene. Gli antiossidanti aiutano a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi, contribuendo a mantenere una buona salute generale.
  • Le proprietà digestive del prezzemolo possono contribuire a alleviare disturbi gastrici. La sua presenza in molti piatti può favorire una digestione più efficiente.
  • Il prezzemolo è noto per le sue proprietà diuretiche, che possono favorire l’eliminazione di liquidi in eccesso dal corpo. Questo può essere utile per ridurre il gonfiore e sostenere la funzione renale.
  • Gli antiossidanti presenti nel prezzemolo possono contribuire a mantenere la salute cardiovascolare, riducendo l’infiammazione e proteggendo le arterie.
  • Grazie alla presenza di vitamina C, il prezzemolo può contribuire a sostenere il sistema immunitario, aiutando il corpo a difendersi da infezioni e malattie.
  • Tradizionalmente, il prezzemolo è stato associato a proprietà emmenagoghe, ossia la capacità di stimolare e regolarizzare il flusso mestruale. 
  • La presenza di vitamina A nel prezzemolo contribuisce al mantenimento della salute degli occhi e della visione.

QUANTO PREZZEMOLO POSSIAMO MANGIARE?

Il consumo di prezzemolo può variare a seconda delle preferenze personali ma è generalmente considerato sicuro per il consumo quotidiano e può essere utilizzato come erba aromatica in una varietà di piatti. Tuttavia, è importante sottolineare che:

  • Alcune persone potrebbero essere sensibili o allergiche alle piante della famiglia delle Apiaceae, alla quale il prezzemolo appartiene. In caso di intolleranze o reazioni allergiche, è consigliabile consultare il proprio medico.
  • In grandi quantità, il prezzemolo è stato associato, come già detto, a proprietà emmenagoghe, che stimolano il flusso mestruale. Pertanto, durante la gravidanza, è consigliabile evitare l’assunzione di quantità eccessive di prezzemolo per evitare potenziali effetti indesiderati.

LEGGI ANCHE: Cerfoglio: il fratello del prezzemolo

RICETTE CON IL PREZZEMOLO

  • Fette di pesce alla soia con prezzemolo. Con farina di granturco e zenzero, la ricetta di pesce, fresca e gustosa da guarnire con il prezzemolo, ottima in tutte le stagioni.
  • Hummus di piselli con prezzemolo e limone. Una crema delicata e aromatica, con prezzemolo, tahina, cumino e limone, per un aperitivo molto appetitoso.
  • Insalata di fave, con il cetriolo, i pomodori e il prezzemolo tritato. Un piatto colorato e fresco, con fave lessate e una bella manciata di prezzemolo per decorare con fantasia. 
  • Pancake verdi, con ricotta, spinaci e prezzemolo. Una ricetta semplice da preparare, ottima per i bambini, con ingredienti genuini, quali ricotta e spinaci. Una bella manciata di prezzemolo guarnisce con tanto colore.
  • Uova farcite con il tonno, la giardiniera, il prosciutto cotto e il prezzemolo. Uova bollite ripiene di una crema di tonno, prosciutto cotto, tuorli, prezzemolo e pomodori secchi. Un antipasto veloce, buonissimo e semplice da preparare.

OLIO ESSENZIALE 

L’olio essenziale di prezzemolo è ottenuto dalla distillazione a vapore dei semi aromatici della pianta di prezzemolo. Il suo aroma è legnoso ed erbaceo, con elementi pungenti di limonene in piccole quantità. 

  • L’olio essenziale di prezzemolo agisce come agente disintossicante, accelerando l’espulsione di sostanze dannose e purificando il sangue. Come diuretico, favorisce l’eliminazione di acqua, sali ed acido urico in eccesso, alleviando il dolore di artrite, gotta e reumatismi.
    • Riduce gli spasmi nei muscoli intestinali, alleviando il fastidio causato da coliche.
    • Previene la crescita di agenti patogeni infettivi e uccide quelli già esistenti, incluso l’Escherichia Coli e lo Staphylococcus aureus.
    • Aiuta ad eliminare i gas e supporta la sintesi degli enzimi per una migliore digestione.
    • Contribuisce a ridurre la pressione, dilata i vasi sanguigni e riduce l’infiammazione delle arterie.
    • Riduce lo stress ossidativo sulla pelle, uniformando la pigmentazione e la carnagione.

Come si usa

  • Poche gocce in un diffusore diffondono l’aroma, anche mescolato con altri oli essenziali per benefici aggiuntivi.
    • Diluito con un olio vettore, può essere massaggiato sulla pelle per trattare vari fastidi. Non va applicato puro per evitare danni cutanei.

Effetti Collaterali

  • Può rendere la pelle fotosensibile e causare irritazioni. Si consiglia di eseguire un patch test prima dell’uso sulla pelle.
    • In aromaterapia, è bene usare poche gocce e mescolare con altri oli essenziali. Non va ingerito e bisogna tenerlo lontano dai bambini.

PER APPROFONDIRE: Come coltivare il peperoncino tutto l’anno

CONTROINDICAZIONI

Il prezzemolo è generalmente considerato sicuro quando consumato nelle normali quantità alimentari usate in cucina. Tuttavia, alcune persone potrebbero essere sensibili o avere reazioni allergiche. Eccone alcune tra le più comuni:

  • Individui sensibili alle piante della famiglia delle Apiaceae, alla quale appartiene il prezzemolo, potrebbero sviluppare reazioni allergiche. Queste reazioni possono includere prurito, gonfiore, eruzioni cutanee o difficoltà respiratorie. Se si sospetta un’allergia, è importante consultare un medico.
  • Il prezzemolo ha proprietà emmenagoghe, pertanto, durante la gravidanza, il suo consumo eccessivo dovrebbe essere evitato per precauzione, poiché potrebbe interferire con la gestazione.
  • Il prezzemolo contiene componenti con proprietà diuretiche. Se si stanno assumendo farmaci diuretici o se si soffre di problemi renali, è consigliabile consultare un medico prima di consumare quantità significative dello stesso.
  • Il prezzemolo, in particolare sotto forma di olio essenziale, potrebbe interagire con alcuni farmaci. Ad esempio, potrebbe potenziare l’effetto di anticoagulanti. Chi assume farmaci deve consultare il proprio medico prima di integrare la dieta con quantità significative di prezzemolo.
  • Alcune persone potrebbero sperimentare disturbi gastrointestinali, bruciore di stomaco o gas dopo il consumo di prezzemolo. 

ERBE AROMATICHE PREZIOSE IN CUCINA: 

  1. Maggiorana: proprietà, usi e controindicazioni
  2. Timo: benefici, usi e controindicazioni
  3. Come conservare il basilico e averlo tutto l’anno
Torna in alto