Questo sito contribuisce all'audience di

Obesità: costa 9 miliardi di euro. E riguarda ormai il 10 per cento della popolazione

A tavola peggioriamo ed entro i prossimi 15 anni il 70 per cento degli uomini e la metà delle donne italiane saranno in sovrappeso. Così si rischia di vivere 10 anni in meno. E con la pancia diventiamo tutti meno attraenti.

di Posted on
Condivisioni

COSTI OBESITÀ IN ITALIA –

Camminare è salute. Potrebbe essere questo lo slogan giusto per celebrare, con concretezza e senza troppa retorica, la Giornata Mondiale contro l’obesità (Obesity Day) che cade il 10 ottobre. Camminare e passeggiare, come spesso ripetiamo nel sito Non sprecare, rappresentano il primo e più importante rimedio naturale, a costo zero, contro il sovrappeso e l’obesità. Un male, ricordiamolo, che in Italia continua a fare danni enormi, con relativi sprechi di salute e di costi per il Servizio sanitario nazionale: 21 milioni di cittadini sono in sovrappeso e di questi ben 6 milioni risultano, a tutti gli affetti, obesi. Stiamo parlando, per quanto riguarda l’obesità, del 10 per cento della popolazione: una cifra scandalosa, visto che ormai tutti conosciamo gli effetti a catena del sovrappeso.

Inoltre, dobbiamo tenere conto di alcune proiezioni per il futuro che sono davvero da brivido: l’Istituto superiore della Sanità ha già fatto i conti per i prossimi decenni, ed è venuto fuori che, se non miglioriamo gli stili di vita, entro i prossimi 15 anni avremo il 70 per cento degli uomini e il 50 per cento delle donne con diversi chili di troppo.

LEGGI ANCHE: Solitudine, il male oscuro che aumenta obesità e mortalità

COSTI SOCIALI DELL’OBESITÀ –

Non bisogna scivolare nel terrorismo psicologico per contrastare un fenomeno che tocca da vicino i nostri stili di vita. Però ricordiamo i danni più gravi dell’obesità. La vita si accorcia, da cinque a dieci anni. I rischi di alcune malattie, dal diabete ai problemi cardiocircolatori fino all’ictus, aumentano in modo esponenziale. Nel mondo sono quasi 3 milioni i morti per eccesso di peso. E si sprecano soldi, tanti soldi. Gli obesi costano allo Stato circa 9 miliardi di euro l’anno, tra spese aggiuntive del Servizio sanitario nazionale e assenteismo per malattia. Un uomo e una donna in sovrappeso, mediamente, rappresentano una spesa aggiuntiva, per  l’assistenza sanitaria di 450-550 euro a testa.

COME SI CURA L’OBESITÁ –

Come si combatte il sovrappeso? Con leggerezza, senza ossessioni, e senza inutili prescrizioni. Il cibo resta un piacere, meglio se condiviso, e come tale dobbiamo valutarlo: ridurlo non è facile, eppure mangiare con equilibrio, senza sentirsi sempre sazi, significa, se ci pensate bene, riaccendere continuamente quel desiderio, quel piacere che la pancia piena cancella. Stiamo attenti, a proposito di stili di vita, a come si mangia: talvolta si ingrassa per pranzi consumati troppo in fretta, oppure per troppe cene, con spreco, a ristorante. Anche qui ridurre è meno complicato di quanto sembra, e  magari può aiutare il piacere di scoprire la cucina e le ricette. Infine, se nessuno di questi argomenti vi convince, ricordate l’elemento estetico: con la pancia che sporge sicuramente piacete meno.

TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE SULL’OBESITÁ E SUL SOVRAPPESO:

LEGGI ANCHE: