Questo sito contribuisce all'audience di

Ipertensione Arteriosa: prevenzione quotidiana e alimentazione

di Posted on
Condivisioni
Stile di vita corretto e alimentazione sana e naturale sono in grado di ridurre notevolmente l’insorgenza dell’ipertensione arteriosa.
 
In Italia soffre di pressione elevata circa il 30% della popolazione con picchi del 50% tra le donne in menopausa. Nel mondo ne soffre circa un miliardo di persone. 
 
Pur presentandosi spesso senza segni e sintomi evidenti, l’ipertensione arteriosa è una malattia in senso stretto, responsabile di buona parte delle patologie cardio-vascolari (aterosclerosi, infarto, ictus), prima causa di morte nei paesi più evoluti.
 
 
 
IPERTENSIONE ARTERIOSA E STILE DI VITA
 
L’ipertensione arteriosa è particolarmente diffusa nei paesi più sviluppati e pressocchè sconosciuta nei paesi del terzo mondo.
Buona parte dei casi di ipertensione arteriosa è infatti riconducibile a cattive abitudini alimentari e a uno stile di vita sedentario e poco sano, tipici della società dei consumi.
 
La pressione arteriosa andrebbe tenuta sotto controllo sin dalla giovane età.
Lo stato di equilibrio può essere mantenuto evitando di ‘cadere’ nelle abitudini che ne favoriscono l’insorgenza.

Elenchiamo di seguito poche, importanti, regole di comportamento:

evitare fumo, droghe e sostanze stupefacenti in genere;

praticare attività fisica regolarmente e a tutte le età;
evitare vita frenetica e stress prolungati;
tenere sotto controllo il peso corporeo;
– fare attenzione ai farmaci in grado di indurre ipertensione (antiulcera, antidepressivi e contraccettivi orali);

seguire un’alimentazione sana e naturale.

 

Sviluppando ulteriormente l’ultimo punto, ecco le principali indicazioni da osservare a tavola:

 
– evitare di mangiare più del dovuto;
– moderare il consumo di alcolici;
– ridurre il consumo di sale (evitando il cloruro di sodio, il comune sale da tavola);
– sostituire il sale con erbe e spezie (ad esclusione del pepe);
– ridurre o evitare alimenti eccitanti (caffè, thè, cioccolata);
– ridurre o evitare i grassi saturi (quelli di origine animale);
– mangiare molta frutta e verdura cruda (per l’elevato contenuto di potassio);
– evitare insaccati e cibi conservati;
– evitare carboidrati e zuccheri raffinati (pane, pasta, merendine, bibite);

Ancora una volta va sottolineata l’importanza della prevenzione, adottando l’alimentazione e lo stile di vita più corretto, specialmente laddove nella ‘storia familiare’ siano presenti casi di ipertensione arteriosa.

Laddove l’ipertensione fosse già conclamata e in presenza di cure farmacologiche per il contenimento della pressione arteriosa, le stesse regole favoriranno l’efficacia delle cure stesse portando, se adottate quotidianamente, alla riduzione del supporto farmacologico.