Questo sito contribuisce all'audience di

Curarsi con i fiori, ricchi di preziosi antiossidanti. A tavola funzionano meglio degli integratori alimentari. E si conservano in frigo (foto)

Una ricerca dell’università di Pisa mette in evidenza le qualità per la salute di 12 specie, dalla viola alla petunia. Le 38 essenze floreali dei fiori di Bach, la medicina alternativa ideata da un medico inglese. Come si cucinano i fiori

Condivisioni

COME CURARSI CON I FIORI

Ci si può curare con i fiori? E con quali aspettative? Ovviamente guai a pensare ai miracoli, e guai a sostituire terapie ordinarie e necessarie con la cura dei fiori. Piuttosto ciò che sta venendo fuori, anche a livello scientifico, è il fatto che diverse qualità di fiori hanno straordinarie capacità antiossidanti, e con questa funzione possono arrivare, utilmente, fino alla nostra tavola. E possono tranquillamente sostituire lo spreco degli integratori chimici e delle pillole prese con l’idea di migliorare la nostra salute.

LEGGI ANCHE: Curarsi con le piante, eccone 10 da avere sempre in casa. La betulla per la cellulite, il tiglio per lo stress, l’olivo per l’artrite (foto)

FIORI MEDICINALI

Secondo un importante studio dell’Università di Pisa, pubblicato sulla rivista scientifica “Scientia Horticulturae” , i fiori sono belli e buoni da mangiare, con un sapore che somiglia alla carota o al ravanello. Ricchissimi di antiossidanti fanno anche bene alla salute. La ricerca ne ha esaminato 12 specie: dalla viola alla petunia, fino alla fucsia.

L’Università di Pisa spiega in una nota: «Il potere antiossidante dei fiori è risultato significativamente superiore a quello dei comuni ortaggi da foglia e nel caso dei fiori con colorazioni rosso o blu sono state riscontrate le migliori proprietà nutraceutiche». Lo studio ha valutato inoltre il sapore dei fiori, che sono risultati in gran parte apprezzabili: «il nasturzio ricorda il ravanello, la begonia sa di limone e l’ageratum di carota».

COSA SONO FIORI DI BACH

I Fiori di Bach sono una medicina alternativa ideata dal medico britannico Edward Bach. Si tratta di estratti vegetali che trasmettono al paziente un’energia positiva e hanno la capacità di cambiare un’emozione negativa – come paura, incertezza, ansia, solitudine e stress – in una positiva, ristabilendo l’armonia tra corpo e mente.

BENEFICI DEI FIORI DI BACH

Ci sono 38 diverse essenze floreali di Bach e tutte le soluzioni agiscono su uno specifico stato emotivo. Nella maggior parte dei casi si mescolano in una bottiglia fino a 7 essenze dei Fiori di Bach per affrontare direttamente un problema specifico. Naturali al 100 per cento, le essenze di Bach sono completamente sicure e possono essere utilizzate con successo anche dai bambini e in combinazione con altri farmaci o altre forme di trattamento, compresa l’omeopatia.

PER APPROFONDIRE: Erbe spontanee in cucina e fiori commestibili: ecco quali sono i più comuni e alcune gustose ricette

FIORI COMMESTIBILI: COSA SAPERE

  • L’acqua non è una sicurezza.  Se decidete di provare qualche fiore in cucina, per le sue qualità (per esempio: il potere antiossidante, in alcuni casi superiore a quello degli ortaggi, pure alto), dovete fare una scelta di fondo. Evitate i fiori comuni che si acquistano nel vivaio o dal fioraio, anche se sono lavati. Una scelta precauzionale, certo, ma non evitatela. E allora quali fiori scegliere? Innanzitutto quelli auto-prodotti sul balcone, nell’orto, in giardino. Oppure vi rifornire da una persona di fiducia che possa darvi le massime garanzie sulle qualità e sulla sicurezza dei fiori che poi andrete a cucinare.
  • Come si evitano gli insetticidi. Non mangiate mai i fiori decorativi o quelli raccolti per strada, perché spesso sono pieni di pesticidi e altre sostanze chimiche tossiche che possono essere letali. Mangiate solo fiori coltivati con le vostre mani o acquistati in negozi specializzati appositamente per uso commestibile.
  • Mai fiori se siete allergici. Evitate di mangiare fiori di qualsiasi tipo se soffrite di alcune allergie in particolare (es. polline).
  • I fiori da mangiare si conservano in frigo. Prima avvolgeteli in un tovagliolo umido o in alternativa metteteli dentro un contenitore ermetico foderato con un telo inumidito, ad una temperatura standard che va dai 4 ai 6° C.
  • Togliere pistilli e parti bianche. Mangiate solo i petali, spesso l’unica parte commestibile dei fiori.

COME USARE I FIORI IN CUCINA

Esistono diversi modi per usare i fiori in cucina. Le loro proprietà terapeutiche sono importanti per la salute. Aggiunti all’insalata, i fiori di tarassaco aiutano il corpo a depurarsi attraverso una diuresi più efficiente. Oltre a dei bei fiori arancioni, la calendula ha anche proprietà antinfiammatorie e antisettiche. Infine, i fiori di sambuco sono utili per combattere le malattie da raffreddamento, le nevralgie e le affezioni reumatiche. Inoltre hanno proprietà diuretiche e lassative.

COME COLTIVARE I FIORI IN GIARDINO O SUL BALCONE:

  1. Fiori autunnali: ecco quelli da coltivare in giardino o sul balcone, dal ciclamino alle violette (foto)
  2. Come coltivare le orchidee, piante dai fiori colorati e meravigliosi. In autunno la fioritura
  3. Come coltivare le rose, un fiore meraviglioso in grado di decorare balconi e giardini
  4. Come coltivare i gerani in vaso, una pianta perfetta per decorare il balcone (Foto e video)
  5. Come coltivare la magnolia, l’albero che ci regala i fiori-inno della primavera (Foto)