I consigli utili per non sprecare energia in cucina e risparmiare sui costi in bolletta

Condivisioni

COME RISPARMIARE GAS E ELETTRICITÀ –

Sapete che cambiare metodo di cottura ed evitare dispersioni di calore vi permetterà di risparmiare sul costo dell’energia senza rinunciare alla buona tavola? Basta poco infatti per risparmiare energia in cucina e fare in modo che i fornelli non si trasformino in una fonte di sprechi e conti salati in bolletta. Vediamo allora, come risparmiare energia mentre cuciniamo.

LEGGI ANCHE: Risparmiare sul riscaldamento di casa: poche e semplici regole

I CONSIGLI UTILI PER RISPARMIARE GAS ED ENERGIA ELETTRICA QUANDO SI CUCINA:

  • Per le cotture lunghe è sicuramente consigliata la pentola a pressione, un vero alleato in cucina capace di dimezzare i tempi e quindi gli sprechi di energia. Ottima ad esempio per i legumi, per i quali potete anche prolungare l’ammollo in acqua;
  • un’altra cottura indicata è quella a vapore, che consente di preparare contemporaneamente più piatti, utilizzando un unico fornello;
  • estrarre in anticipo gli alimenti dal frigorifero: in questo modo i cibi si adeguano naturalmente alla temperatura ambiente, e il tempo per scaldarsi diminuirà notevolmente.
  • usate sempre gli appositi coperchi delle padelle, che consentono di evitare la dispersione del calore;
  • lasciate l’acqua della pasta nella pentola per qualche minuto prima di accendere i fornelli: l’acqua bollirà prima perché, avendo assorbito calore dall’ambiente, partirà da una temperatura meno fredda;
  • ogni pentola ha il fornello giusto: è importante scegliere pentole e fornelli proporzionati tra di loro, la fonte di calore dovrebbe rimanere ben sotto la pentola e non disperdersi inutilmente intorno rischiando pure di bruciare i manici;
  • per risparmiare è consigliabile preferire gli arnesi manuali delle nostre mamme e nonne ai più moderni elettrodomestici che consumano troppa energia.

PER APPROFONDIRE: Come utilizzare al meglio il frigorifero senza sprecare energia

COME RISPARMIARE ENERGIA IN CUCINA UTILIZZANDO IL FORNO –

I consumi degli elettrodomestici si sa, sono tra quelli più pesanti in bolletta. Risparmiare energia elettrica però non è per niente un’impresa impossibile: bastano infatti alcuni piccoli accorgimenti come l’acquisto di apparecchi a basso consumo energetico e un uso consapevole di quelli che già possediamo per veder scendere i costi:

  • Tra forno elettrico e a gas, meglio optare per il secondo perché utilizza una fonte di energia più economica e ecologica;
  • nel caso di utilizzo del forno elettrico, prediligere un modello ventilato che ottimizza i consumi: questo sistema che fa circolare l’aria calda in modo uniforme in tutto il forno non solo vi permetterà di velocizzare la cottura dei piatti ma vi consentirà anche di risparmiare sui tempi di funzionamento;
  • evitate il preriscaldamento dei forni oppure calcolate bene i tempi in modo da non lasciare per troppo tempo il forno acceso inutilmente. Un altro accorgimento utile per limitare i minuti di funzionamento consiste invece nello spegnere l’apparecchio prima di terminare la cottura degli alimenti in modo da sfruttare il calore residuo accumulato nel forno e ultimare la preparazione risparmiando elettricità;
  • durante la cottura cercate di aprire il forno il meno possibile, questa operazione infatti fa disperdere moltissimo calore e quindi il forno dovrà impiegare energia per compensare;
  • cercate di mantenere sempre pulito il forno: i residui di cibo provocano un notevole dispendio di energia durante l’accensione;
  • evitate i prodotti specifici per pulire il forno: è possibile il forno in maniera ecologica utilizzando un mezzo limone o acqua tiepida con aceto, lasciando agire qualche minuto, dopodiché passate con un panno in microfibra;
  • il forno a microonde è un buon alleato del risparmio energetico, generalmente consuma la metà rispetto a quello tradizionale ed i tempi di cottura sono decisamente inferiori.

Nessun commento presente

Che ne pensi?