Questo sito contribuisce all'audience di

Guardate cani e gatti negli occhi: aumenta così il legame affettivo

I test pubblicati sulla rivista Science: più durano gli sguardi tra l’uomo e l’animale domestico e più aumenta il reciproco legame affettivo. Grazie ai livelli dell’ormone ossitocina che salgono.

Condivisioni

LEGAME TRA CANE E PADRONE –

Una volta si diceva: «Non guardate negli occhi il vostro cane». Con lo sguardo, infatti, l’animale potrebbe sentirsi sfidato dall’uomo, e reagire male, se aggressivo, o sentirsi mortificato, se pacifico. E invece le ultime ricerche ci orientano verso un nuovo linguaggio degli occhi, tra gli animali domestici e il loro padrone, in grado di migliorare il legame affettivo. Una sorta di amore a prima vista, proprio come avviene tra uomini e donne.

LEGGI ANCHE: Parlare con i cani, così ci capiscono e rispondono

RAPPORTO CANE PADRONE –

La rivista Science  ha recentemente pubblicato una serie di studi che dimostrano come guardarsi negli occhi aiuta uomini e cani, reciprocamente, a stabilire un calore affettivo, come avviene tra mamma e neonato. I test, con persone e animali, nei quali si è variata la durata degli sguardi e l’interazione, hanno rivelato cambi dei livelli di ossitocina, un ormone che regola appunto l’attaccamento affettivo.

I padroni hanno un livello più alto di ossitocina se il loro cane li ha guardati a lungo: l’ormone infatti porta le persone a interagire con gli animali, e lo sguardo dell’uomo a sua volta aumenta l’ossitocina dei cani. E migliora così l’amore reciproco.

PER APPROFONDIRE: Gatti in ufficio per combattere lo stress e migliorare la produttività dei dipendenti