Akita: aspetto, carattere e adozione | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Akita: aspetto, carattere e adozione

Un cane intelligente, fiero e indipendente ma anche molto coccolone nei confronti dei proprietari, verso i quali dimostra totale devozione

La razza di origine giapponese è divenuta popolare grazie al film “Hachico”, ispirato a una toccante storia vera. E proprio come nel film, l’Akita è un cane che dimostra un forte attaccamento nei confronti dei proprietari, pur preservando la sua indole fiera e indipendente.

AKITA

In origine veniva impiegato nella caccia agli orsi in quanto particolarmente coraggioso e temerario, e come cane da guardia. Dal 1600 al 1800 venne impiegato anche per il combattimento, poi fortunatamente proibito. La razza nel 1931 è stata dichiarata “monumento naturale nazionale” in Giappone, di dove è originaria.

AKITA: ASPETTO

Originario del Giappone, l’Akita ha un corpo flessuoso ma anche massiccio, con orecchie leggermente inclinate in avanti, gli occhi scuri e piccoli, il collo grosso e muscoloso, i denti forti. Nel complesso è un cane ben proporzionato.

L’altezza al garrese degli esemplari maschi è di 64-70 cm mentre le femmine sono alte 58-64 cm.

Ha un pelo lungo e ruvido e i colori ammessi (che devono comunque includere del pelo biancastro) sono quattro:

  • bianco
  • fulvo
  • tigrato
  • sesamo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KAITO TEAM Akita Inu Kennel (@kaitoakita)

AKITA: CARATTERE

Intelligente, prudente e coraggioso, tranquillo (anche con i bambini), piuttosto diffidente invece nei confronti degli estranei e degli altri cani. E’ anche molto fiero, sicuro di sé e indipendente, seppure sempre obbediente nei confronti dei proprietari (purché lo trattino con rispetto). Non ama l’eccessiva confusione ed è un cane tendenzialmente solitario.

Volendo trovargli dei difetti, è piuttosto permaloso, quindi bisogna fare attenzione a non offenderlo. Se la prende facilmente!

LEGGI ANCHE: Legame tra cane e padrone, si rafforza con lo sguardo e passeggiando insieme

AKITA: CURE

Ha bisogno di essere stimolato continuamente sia dal punto di vista fisico che mentale. Insomma, non è un cane “pantofolaio” ma necessita di regolare attività fisica e di parecchio dinamismo. Consigliatissime ovviamente le passeggiate quotidiane ma anche altri sport in grado di aiutarlo a sfogare le energie.

Per quanto riguarda il pelo, attenzione perché l’Akita tende a perderne molto soprattutto in primavera e in autunno, quando è indispensabile spazzolarlo regolarmente e sottoporlo a toelettatura.

AKITA: SALUTE

Pur godendo in generale di buona salute, l’Akita (soprattutto gli esemplari completamente bianchi) può soffrire di sordità e di lussazione ricorrente mediale della rotula.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Amo Akita (@amoakita)

QUANTO COSTA UN CUCCIOLO DI AKITA?

Il prezzo di un cucciolo dotato di pedigree e con tutti i documenti in regola, acquistato presso un allevamento serio e autorizzato, si aggira tra i 1.500 e i 2.500 euro.

LEGGI ANCHE: Cane corso: carattere, qualità e pericolosità

COME GLI ANIMALI MIGLIORANO LA NOSTRA VITA:

Share

<