Questo sito contribuisce all'audience di

Dispensa, come tenerla in ordine. Ogni prodotto va nel suo spazio. Potete pulirla passando un panno con acqua e aceto sugli scaffali (foto)

Spezie, olio e aceto devono stare lontano da luce e calore. Pasta e riso in contenitori di vetro. Latte e succhi di frutta, in ordine secondo la data di scadenza. Come proteggere il cibo dagli insetti

Condivisioni

COME ORGANIZZARE LA DISPENSA IN CUCINA

La dispensa è la stanza che tutti vorremmo avere in casa, per poter conservare ordinatamente i prodotti alimentari e tenere tutto sotto mano. Organizzarla al meglio, fare in modo che sia in ordine non è sempre facile, specialmente oggi, viste le dimensioni spesso ridotte degli appartamenti. Qualunque sia la grandezza della dispensa, la cosa importante è seguire una certa logica nel riporre i generi alimentari, per evitare gli sprechi e gli acquisti di prodotti inutili, soprattutto quando ne abbiamo ancora a iosa da consumare. E una dispensa ordinata è anche più protetta rispetto alla possibilità di perdere cibo per l’arrivo degli insetti.

LEGGI ANCHE: Tarli e tarme, come tenerli lontani da mobili e vestiti con i rimedi naturali

COME ORGANIZZARE LA DISPENSA

Per gestire e organizzare bene la nostra dispensa è importante fare una bella pulizia iniziale in modo da capire quali sono gli alimenti che stiamo conservando senza averli mai utilizzati e quali sono quelli scaduti o deteriorati. Accade spesso infatti che, presi dall’euforia di una offerta, acquistiamo più cibo di quello che riusciamo a consumare. Dopo avere ripulito la dispensa consumiamo quello che rimane e poi procediamo con queste operazioni, per ciascun tipo di prodotto che conserviamo.

  • Menù settimanale:prepariamo una lista con i pasti che desideriamo cucinare durante la settimana e scriviamo su un foglio l’occorrente per realizzarli avendo cura di inserire solo cibi di stagione e a km zero.
  • Lista della spesa:dopo aver stilato il menù settimanale e aver compilato la lista della spesa rechiamoci al supermercato e non acquistiamo nient’altro che quello che abbiamo scritto. Diffidiamo da promozioni sul cibo, prediligiamo invece, qualora ci siano, quelle sui prodotti a lunga scadenza come legumi e scatolame, evitiamo cibi già pronti, precotti e confezionati come l’insalata in busta ma prediligiamo quelli freschi che costano meno e sono più salutari.
  • Frutta e verdura:nella spesa settimanale facciamo rientrare quante più porzioni possibili di frutta e verdura inserendo ricette fantasiose e genuine, saporite e appetitose che ci permettano di consumare tanta frutta e verdura sia a pranzo che a cena.
  • Alimenti freschi:Per quanto riguarda gli alimenti freschi da banco, se acquistate carne, latticini e affettati, sapete che si deteriorano con molta facilità. Per questo è importante inserire le ricette che li contengono nei primi 2 o tre giorni della settimana, quelli appena successivi alla spesa per evitare sprechi.
  • Alimenti in scatola:gli alimenti in scatola o in busta, come la pasta, i legumi e affini, vanno conservati nella dispensa in base alla data di scadenza: prima quelli che scadono prima, poi tutti gli altri.
  • Scorte:se ci sono offerte particolarmente vantaggiose nel vostro punto vendita di fiducia e volete fare delle scorte di cibo, ricordate di preparare il menù settimanale in base a quel che c’è.

PER APPROFONDIRE: I rimedi naturali per eliminare insetti e parassiti dalla dispensa

COME TENERE IN ORDINE LA DISPENSA DI CASA

In dispensa l’ordine è tutto perché aiuta a tenere ogni cosa sotto controllo e facilita non solo nella ricerca dei prodotti ma anche nel capire immediatamente cosa si può preparare per il pranzo e la cena.

Inoltre quando si sistemano i prodotti ordinatamente, si evita, ad esempio, l’apertura di due pacchi di pasta contemporaneamente. Ordinare la dispensa vuol dire procedere ad una serie di operazioni che vanno ripetute periodicamente.

  • Pulizia: Innanzitutto è necessario pulire spesso la dispensa, passando un panno inumidito con acqua e aceto sugli scaffali, cassetti o qualunque ripiano abbiate. Prima di ordinare i generi alimentari, ricordate di controllare tutte le scadenze al fine di non riporre alimenti già scaduti. Potete ordinare i prodotti anche per categoria, così da essere facilitati nella ricerca degli stessi quando dovete cucinare. Mettete davanti quello che usate più di frequente e lasciate indietro quelli che invece utilizzate di meno.
  • Spezie, olio e aceto: La dispensa è il luogo adatto per la conservazione delle spezie, che devono essere lontane da luce e calore, e di olio e aceto, che prediligono gli ambienti freschi. Se la dispensa dunque è fresca e con poca luce, tanto meglio.
  • Pasta e riso: Se in dispensa volete tenere ordinate anche la pasta, il riso e la farina, metteteli in contenitori di vetro o di plastica che si chiudano ermeticamente e scongiurerete l’infestazione di farfalline.
  • Patate e cipolle: Per le patate, le cipolle e l’aglio, la dispensa è l’ideale, basta che non conserviate questi prodotti in scaffali chiusi, ma scegliate dei mobili a giorno o dei ripiani bassi.
  • Latte e succhi: Il latte a lunga conservazione e i succhi di frutta non ancora aperti, vanno tranquillamente in dispensa, ordinati secondo la data di scadenza.
  • Cucina piccola: Se la vostra cucina è piccola, tenete a portata di mano solo i cibi di uso quotidiano (conservandoli, ad esempio nei pensili intorno ai fornelli), tenendo invece lontane le scorte. Eviterete che col calore queste ultime si deteriorino prima del tempo.
  • Piccoli elettrodomestici: In dispensa potete tenere ordinati anche i vostri piccoli robot da cucina e tutti quegli elettrodomestici che ingombrerebbero la vostra cucina. Teneteli in un angolo predisposto ad hoc, oppure su una mensola che avrete predisposto all’occorrenza. Sarà più facile averli a portata di mano in qualunque momento.

PER SAPERNE DI PIÙ: Cattivi odori del frigorifero, come eliminarli con aceto, bicarbonato, caffè e limone

COME TENERE GLI INSETTI LONTANI DALLA LA DISPENSA DI CASA

  • Con i sacchetti di tarme, messi qua e là, evitate l’arrivo delle tarme. Potete realizzarli con le vostre mani, racchiudendo fiori di garofano o alloro in pezzi di collant che non utilizzate più.
  • Per tenere lontani gli insetti, potete anche prendere un’arancia e infilzarla con dei chiodi di garofano. Appoggiate poi l’arancia in dispensa e il gioco è fatto. Anche un fazzoletto imbevuto di olio di lavanda e posizionato tra gli scaffali risolve il problema.
  • Per tenere lontani gli insetti, preparate una miscela di farina e acido borico nella proporzione di 1 a 3, mettetela in un contenitore e posizionate questo in fondo alla dispensa.
  • Tra i rimedi non nocivi per tenere lontani dalla dispensa insetti di ogni genere, meritano una menzione le trappole ai feromoni che si acquistano comodamente on line. Si tratta di trappole da posizionare all’esterno o all’interno della dispensa ma sempre lontane da luce e correnti d’aria. Le trappole hanno una pellicola di protezione che va rimossa affinché le tarme del cibo possano esserne attratte e restare poi incollate alla superficie adesiva. In questo modo disinfesterete la dispensa in maniera veloce ed efficace.

PULIZIE DOMESTICHE SOLO CON PRODOTTI NATURALI:

LEGGI ANCHE: