Proprietà e benefici dell'alloro | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Alloro: tutti i benefici di un’erba aromatica che favorisce il sonno e contrasta i dolori reumatici e articolari

Le foglie dell’alloro contengono inoltre flavonoidi in grado di regolare la pressione arteriosa e aumentare le difese immunitarie. Usatelo per preparare una tisana: allevia il mal di stomaco e favorisce la digestione

L’alloro è un arbusto sempreverde, della famiglia delle “Lauracee”, composto da un fusto eretto e da foglie di forma ovale di colore verde scuro (che si raccolgono tutto l’anno), dal profumo assai intenso. I suoi frutti, bacche di colore nero, si raccolgono mature da ottobre a novembre.

PROPRIETÀ E BENEFICI DELL’ALLORO

Questa pianta è originaria del Mediterraneo, cresce nei boschi ed è una pianta “doica”, cioè prevede esemplari maschili e femminili. I suoi fiori, primaverili, sono gialli e formano una inflorescenza ad ombrello. L’alloro era considerata, dai Greci, una pianta divinatoria e dai poteri quasi magici. Essi credevamo, infatti, che allontanasse la cattiva sorte e che potesse guarire le malattie contagiose. Nell’antica Roma, l’alloro, detto anche “lauro” era considerato un segno di trionfo, infatti i vincitori in battaglia venivano incoronati con la tipica corona fatta con le fronde di questa pianta. Con il suo oleolito si prepara il famoso sapone di Aleppo siriano, che è assai indicato per coloro che hanno la pelle delicata e soggetta ad allergie cutanee, soprattutto se viene a contatto con additivi e profumi presenti nei saponi della grande distribuzione. L’alloro è oggi è stato inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T.) grazie all’enorme uso che ne fa la cucina tradizionale siciliana.

LEGGI ANCHE: Menta, tutti i benefici per la salute

COS’È L’ALLORO

Sia le foglie che le bacche dell’alloro contengono un olio essenziale composto da una serie di principi attivi che stimolano l’appetito (geraniolo, terpineolo, eucaliptolo e molti altri) e favoriscono anche la digestione. L’alloro riesce davvero a lenire numerosi disturbi, legati alla quotidianità e allo stress della vita moderna.

  • Allevia le coliche, i problemi allo stomaco e favorisce l’eliminazione dei gas intestinali, combattendo aerofagia e meteorismo.
  • L’alloro possiede anche un notevole potere analgesico, valido per esempio, per i dolori mestruali.
  • È rilassante e favorisce il sonno in chi soffre di insonnia, calma il nervosismo, lo stress e lenisce la sindrome premestruale.
  • L’alloro è astringente, dunque ottimo in caso di diarrea.
  • L’alloro è ottimo per i dolori reumatici e articolari e per chi soffre di artrite.
  • Favorisce la vista, perché è ricco di vitamina A.
  • L’alloro è un antiossidante, infatti combatte i radicali liberi ed è anche un buon antitumorale, visto che ridurrebbe il rischio di cancro ai polmoni.
  • L’alloro purifica i reni, tiene sotto controllo la pressione sanguigna ed è ottimo contro l’alitosi.

BENEFICI PER IL COLESTEROLO DELL’ALLORO

L’alloro controlla anche la presenza di colesterolo e trigliceridi nel sangue, permettendo al cuore di funzionare in maniera ottimale e prevenendo, così, malattie gravi come infarto e ictus. Le foglie dell’alloro contengono molti flavonoidi, che regolano la pressione arteriosa e aumentano le difese immunitarie.

COME SI USA L’ALLORO

L’alloro prevede molti usi, sotto forma di infusi, olii, decotti. Inoltre viene impiegato tanto anche in cucina, perché conferisce ai cibi un aroma inconfondibile.

  • La tisana è facile da preparare e sa alleviare efficacemente i fastidi allo stomaco, favorisce la digestione e provvede ad eliminare i gas intestinali. Bollite dell’acqua e poi immergetevi non più di 4 foglie di alloro per circa 10 minuti. Infine filtrate e bevete. Se digerite difficilmente, assumete pure non più di 3 tisane al giorno dopo aver mangiato. Se il problema è la tosse o l’influenza, le tisane possono essere assunte anche durante la giornata, senza orari prefissati.
  • L’olio di alloro viene adoperato in cucina ma anche a scopo curativo. Infatti, con questo rimedio si possono effettuare dei massaggi decontratturanti, si leniscono i sintomi dell’influenza e si realizzano dei saponi e numerosi prodotti di bellezza. Lavate e asciugate le bacche della pianta, pestatele e fatele macerare per un mesetto in olio d’oliva. Potete anche adoperare le foglie (da lavare, asciugare e sminuzzare), circa 6, anziché le bacche, da far macerare in circa 250 ml di olio d’oliva per una quindicina di giorni. Ogni tanto agitate il composto e poi, dopo i quindici giorni, potete filtrarlo e cominciare ad usarlo per i vostri massaggi laddove siano necessari. Con l’olio di alloro si realizza anche il sapone di Aleppo, di origini siriane, mischiato con olio d’oliva, idrossido di sodio e acqua. Il sapone si prepara cuocendo lentamente l’olio d’oliva al quale poi si aggiunge quello di alloro e la soda estratta dal sale di mare. Dopo, si cola il sapone negli stampi, e lo si taglia quando si è raffreddato. L’essicazione è la fase finale e dura un anno.
  • Ottimo anche il decotto di alloro e limone, da preparare con circa 5 foglie di alloro in 200 ml di acqua. Aggiungete anche 5 grammi di buccia di limone essiccata e il vostro decotto avrà un sapore delizioso. Fate bollire il tutto e poi bevete non prima di aver filtrato.

PER APPROFONDIRE: Effetti benefici del rosmarino, il suo aroma favorisce la concentrazione e memoria

INFUSO DI ALLORO

L’infuso di alloro invece, ottimo per il suo potere antiinfluenzale, si prepara facendo bollire in una pentola, circa 50 grammi di foglie. Lasciate che le foglie riposino per qualche ora e poi bevete l’infuso, dopo averlo filtrato. La bevanda deve essere fredda. L’infuso è anche ottimo per i disturbi all’apparato respiratorio e al tubo digerente. Inoltre aiuta il rilassamento corporeo e l’eliminazione dei gas intestinali.

CONTROINDICAZIONI DELL’ALLORO

È sconsigliato far assumere le foglie di alloro ai bambini che abbiano al di sotto dei 6 anni di età. L’alloro infatti può generare allergie. Per lo stesso motivo, anche le donne in gravidanza non dovrebbero assumere decotti o infusi a base di tale pianta, ameno che non consultino un medico prima di farlo. Un uso eccessivo di alloro può causare sonnolenza, nausea e vomito. Anche l’uso dermatologico deve essere effettuato con cautela per evitare possibili dermatiti. In tutti i casi è sempre bene consultare il proprio medico.

L’ALLORO È VELENOSO?

L’alloro (Laurus nobilis), quello che viene utilizzato per insaporire i cibi, non è affatto velenoso, anzi è fitoterapico. La tossicità invece è propria dell’alloro Lauroceraso (Prunus laurocerasus), una pianta assai simile al comune alloro, che però, a differenza di quest’ultimo, viene utilizzato per realizzare siepi.

PER SAPERNE DI PIÙ: Alga spirulina, le proprietà e i benefici per la salute. Contrasta i radicali liberi e riduce il colesterolo cattivo

BACCHE DI ALLORO

Le bacche e le foglie agiscono sull’organismo esercitando un’azione espettorante, in caso di raffreddamento e catarro bronchiale; inoltre svolgono un’azione diaforetica, che stimola la sudorazione in caso di alte temperature.

COME USARE LE BACCHE DI ALLORO

Le bacche di alloro sono commestibili e vengono spesso adoperate in cucina per molte ricette. Esse posseggono altresì proprietà terapeutiche e fitoterapiche. Queste bacche vengono raccolte da ottobre a novembre e si possono usare per preparare la polvere di alloro dalla quale poi si ricava l’olio di alloro, che serve per curare le artriti, le contusioni, la psoriasi e lo si può spalmare sul petto per calmare le infezioni ai bronchi. La polvere di alloro si preparare mettendo ad essiccare le bacche. Poi 50 grammi di quest’ultima viene fatta macerare in 250 ml dolio d’oliva. Le bacche, utilizzate per preparare dei decotti, sono utili per problemi digestivi. Con un decotto di bacche si rafforzano le vene e i capillari. Preparatelo mettendo una dose cospicua di bacche in un poco di acqua. Pestando le bacche di alloro e facendole macerare per 4 settimane nell’olio extravergine, si ottiene l’olio laurino. Con questo olio si curano i reumatismi e si rafforzano i capelli, soprattutto in caso di alopecia e di caduta cospicua. Le bacche non hanno controindicazioni specifiche anche se è meglio non assumerle se si soffre di gastrite o di problemi allo stomaco. Se si soffre di allergie è sempre meglio consultare il medico.

LE RICETTE DA IMPREZIOSIRE CON IL PROFUMO DELL’ALLORO:

  1. Spaghetti con sugo di gallinella: la ricetta di un primo piatto dal gusto unico. Non dimenticate alloro e peperoncino
  2. Pollo all’arancia, la ricetta per cucinare le cosce con rosmarino, salvia e alloro. E un bicchiere di vino
  3. Brodo di carne, l’antica ricetta per prepararlo con le parti migliori del manzo. Con chiodi garofano, alloro, carote e un ciuffo di prezzemolo (foto)
  4. Zuppa di fave, con il miele: la ricetta autunnale per assaporare quelle coltivate nell’orto la scorsa estate
  5. Arrosto con pancetta e acciughe: la ricetta con le erbe aromatiche e la senape
Shares