Questo sito contribuisce all'audience di

Cancro e sfortuna, un’equazione sbagliata. Conta lo stile di vita, a partire dall’alimentazione

L'idea che il tumore sia legato alla buona o alla cattiva sorte è falsa e pericolosa come le scoperte di cure miracolistiche dei ciarlatani di turno. La verità da un punto di vista scientifico è una regola aurea: 0-5-30. Zero sigarette, cinque porzioni di frutta e verdura fresche, trenta minuti di esercizio fisico moderato al giorno. Non è uno sforzo titanico.

Condivisioni

CANCRO E SFORTUNA –

Quanto conta la sfortuna nel cancro? La domanda, dopo che un autorevole scienziato, Bert Vogelstein ha scritto sulla rivista Science che due tumori su tre dipendono dalla cattiva sorte, ha acceso una grande discussione nel mondo scientifico internazionale. E la risposta in larga misura maggioritaria è la seguente: il cancro non dipende dalla buona o dalla cattiva sorte, ma è essenziale, a parte la diagnosi precoce e lo sviluppo delle terapie, la combinazione corretta degli stili di vita. Ovvero, una vera prevenzione che fa leva su buona alimentazione, attività fisica, e diminuzione dei fattori di inquinamento, compreso il fumo.

Mi direte: perché è importante convincerci tutti che le cose stanno in questo modo? Vi rispondo: per non alimentare idee sbagliate e false dal punto di vista scientifico, come appunto quella che il cancro sia collegato alla sfortuna e dunque, amen, e auguri di lunga vita per i più fortunati. Questa è una balla autentica, esattamente speculare e simmetrica ai tanti rimedi miracolistici che qualche cialtrone di turno mette in circolazione per guarire da questa devastante malattia.

LEGGI ANCHE: Come prevenire i tumori, tutto si gioca su cibo, movimento e fumo (Video)

AMMALARSI DI CANCRO NON È UNA QUESTIONE DI SFORTUNA –

La prevenzione del tumore, per noi di Non sprecare, è un paradigma essenziale per dimostrare quanto gli stili di vita siano essenziali per il nostro benessere quotidiano, per vivere meglio, più a lungo e in migliori condizioni. Per non sprecare la salute, il corpo e la vita stessa. Questo ci deve entrare in testa come un comandamento. Con leggerezza, senza costrizioni e ossessioni, senza spingerci a nuove forme di interpretazione talebana del salutismo. Ma anche con determinazione, nella consapevolezza, per esempio, che la famosa regola d’oro 0-5-30 non può essere messa in discussione. Cioè: zero sigarette, almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, e 30 minuti di esercizio fisico al giorno. Vi sembra uno stile di vita tanto sacrificato? Tanto duro e penitenziale? O piuttosto non vi pare come una ventata di sano benessere da afferrare al volo, giorno per giorno?

PER APPROFONDIRE: Vaccino anti tumori, perché questa volta possiamo davvero sperare. Con cautela

COSA PROVOCA IL CANCRO –

Quanto l’idea che il cancro sia legato alla sfortuna è inattendibile, infondata e sbagliata, potete anche verificarlo, quando volete, con ogni statistica scientifica che viene fuori su questo terreno da parte della medicina, degli studi epidemiologici e dei ricercatori più attendibili in tutto il mondo.

Per esempio: il professore italiano Alberto Mantovani, autorevolissimo direttore dell’IRCCS Humanitas, ricorda come in India, a causa di un cambiamento scorretto degli stili di vita e di un aumento dell’inquinamento, l’incidenza del cancro stia arrivando a livelli devastanti. Ancora: le donne giapponesi, abituate nel loro paese a una dieta sana, quando si trasferiscono negli Stati Uniti, dove invece l’alimentazione è ancora molto scorretta, vedono aumentare di quasi 10 volte il rischio di cancro alla mammella.

Potrei andare avanti a lungo con dati e ricerche di questo genere. Mi fermo, invece, ricordando un solo risultato che considero di grande importanza e che una volta tanto vede l’Italia ai primi posti di una classifica internazionale decisiva per il nostro benessere di comunità. Siamo in testa, nel mondo, come paese per la salute dei suoi cittadini. E sapete il motivo principale? La nostra dieta mediterranea, semplice, gradevole ed efficace come forma di naturale prevenzione a 360 gradi ed a costo zero. Basta questo per darci un’ulteriore conferma e smontare sul nascere qualsiasi idea in base alla quale il tumore è un problema di sfortuna, e niente altro.

TRE REGOLE ESSENZIALI ESEMPLICI PER PREVENIRE IL TUMORE: