Maca: proprietà, usi e controindicazioni del ginseng delle Ande
Questo sito contribuisce all'audience di

Maca: proprietà, usi e controindicazioni

Aumenta le energie e migliora l’umore. Aiuta a dimagrire e previene l’osteoporosi. E alle donne…

La maca è una pianta erbacea, con radici perenni, che viene molto utilizzata sia come cibo sia come rimedio naturale per migliorare le facoltà fisiche e mentali. E per consentire all’organismo di fare una vera e propria dieta ricostituente. La maca è anche nota con il nome di “ginseng delle Ande” e “ginseng peruviano”, con riferimento alle zone dove se ne trovano maggiori quantità.

CHE COS’È LA MACA

La maca, pianta straordinaria, dalle cui radici si ricava una polvere che viene chiamata il “ginseng peruviano”, cresce sulle Ande ad elevate altitudini. Questa pianta era già nota nell’antichità e veniva considerata un vero e proprio dono elargito dagli dei, perché possiede delle grandi proprietà toniche e adattogene, cioè aumenta la capacità dell’organismo di adattarsi allo stress psichico, fisico, lavorativo e sportivo. La maca appartiene alla famiglia delle “brassicacee” ed è piccola e perenne. La maca cresce in territori davvero ostili, poveri, rocciosi e con poco ossigeno. Resiste alle condizioni metereologiche più avverse e la sua radice, simile ad una rapa, può essere mangiata e possiede tante proprietà benefiche.

LEGGI ANCHE: Tamarindo, le proprietà e i benefici per la salute di un frutto che favorisce la digestione

A COSA SERVE LA MACA

La maca possiede moltissimi benefici, che migliorano la vita quotidiana delle persone. Vediamo insieme quali sono.

  • La maca riesce a migliorare le energie a disposizione, grazie alla presenza della vitamina C, del ferro e della vitamina B6; inoltre, rinverdisce la memoria.
  • La maca è salutare in caso di anemia, durante la menopausa, in caso di disfunzioni sessuali o anche di problemi legati alla comparsa di depressione o leucemia.
  • La maca serve a contrastare la stanchezza cronica e i dolori mestruali. Migliora le performance atletiche degli sportivi, potenzia le difese immunitarie ed è utile anche per rinvigorire il desiderio sessuale.
  • La maca migliora l’umore, perché è ricca di antiossidanti chiamati flavonoidi, che riducono altresì gli stati d’ansia. Alcuni studi hanno dimostrato che è utile anche per regolare la pressione sanguigna, soprattutto quella diastolica, cioè la pressione nelle arterie quando il cuore riposa tra i battiti.
  • La maca, grazie alla presenza di vitamina A, C ed E contrasta i segni del tempo e l’invecchiamento precoce, aumentando lo splendore di pelle e capelli, donando loro lucentezza e vigore.
  • Grazie alla maca si combattono i chili di troppo. Se assunta, infatti, aiuta a sostenere le sedute di fitness intenso, dona un senso prolungato di sazietà e stimola il metabolismo tiroideo, favorendo il consumo calorico.
  • La maca aumenta la densità ossea e, dunque, previene l’osteoporosi e la fragilità scheletrica, specialmente nelle donne.

MACA ANEMIE

Secondo uno studio firmato da Angela Angusti e Stefano Manfredini del Dipartimento Scienze Farmaceutiche dell’Università di Ferrara, l’utilità della maca per le anemie, lievi e comunque non gravi, è legata a due fattori. La presenza al suo interno di un elevato contenuto di ferro e di vitamina B12 che stimolano la produzione di globuli rossi.

MACA ENERGETICO

La stessa ricerca evidenzia le qualità della maca in campo energetico. La sua assunzione, consigliata sia agli atleti sia alle donne durante la gravdianza, incrementa la forza e la resistenza fisica, aumentando allo stesso tempo la massa muscolare. Alla maca si attribuisce un potere adaptogeno, in grado di aumentare le resistenze specifiche dell’organismo, specie durante le fasi di stress psico-fisico. La maca ha proprietà toniche (senza le controindicazioni della caffeina), e per questa funzione può essere assunta a tutte le età.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

PROPRIETÀ DELLA MACA

I costituenti chimici della maca sono:

  • Minerali, come manganese, ferro, zinco, calcio e fosforo
  • Aminoacidi essenziali, come lisina, leucina, metionina, isoleucina
  • Alcaloidi
  • Proteine
  • Saponine triterpeniche e steroidee
  • Glucosinolati

Questa radice possiede anche due acidi grassi polinsaturi, maene e macamide, che forse sono quelli che le attribuiscono l’effetto afrodisiaco e che migliorano la vita sessuale. La maca, viene utilizzata nella regione andina in cui nasce, specialmente per aumentare la fertilità maschile e per indurre il desiderio sessuale, anche se tali effetti non sono stati scientificamente provati. Prima però di utilizzarla, è sempre meglio ascoltare il parere del medico.

PER APPROFONDIRE: Centella asiatica, proprietà, benefici e usi

COSA FA LA MACA ALLE DONNE?

Questa radice andina, sembra sortire un effetto davvero benefico sulla vita delle donne di qualunque età. La maca, infatti, bilancia gli ormoni e regola l’umore, aiutando a contrastare ansia e depressione. Le donne, più degli uomini, soffrono di questi due disturbi anche perché il loro corpo attraversa numerosi cicli vitali, che le sottopongono a notevoli stress, basti pensare alle mestruazioni, alle gravidanze e alla menopausa, in età matura. Complici anche i ritmi della quotidianità e le fonti di affaticamento che provengono dall’esterno. La maca può aiutare le donne a contrastare tali fenomeni, grazie alla presenza, si crede, dei flavonoidi. La maca regola anche la funzione sessuale. Questa pianta stimola la naturale produzione degli estrogeni, regola la formazione di progesterone ed estradiolo e limita la produzione del cortisolo, che è l’ormone dello stress.

QUANTA MACA POSSIAMO ASSUMERE?

La maca può essere assunta in polvere oppure in capsule. Quella in polvere, la si scioglie nelle bevande, ad esempio nei frullati a base di frutta, oppure nei succhi, nel cioccolato, nel latte. La dose giornaliera raccomandata è di un cucchiaino di polvere (da 5 a 20 grammi di radice essiccata). La si può aggiungere anche alle ricette salate. Se invece si opta per la preparazione in capsule, la dose è quella di 3 capsule di maca fino a due volte al giorno. I suoi effetti benefici possono essere apprezzati dopo circa un paio di settimane dall’inizio dell’assunzione.

LEGGI ANCHE: Rabarbaro, proprietà e usi in cucina

COME SI USA LA MACA IN CUCINA

La maca ha un sapore dolce e a tratti piccante. Può trovare diversi usi anche in cucina, vediamo quali.

  • La radice andina può essere adoperata, sia cotta, sia secca che fresca, o anche in forma di farina, per la preparazione di biscotti o gallette, se mischiata alla farina di grano. La si può aggiungere anche al guacamole o all’humus.
  • La maca può essere anche adoperata per condire le insalate, oppure la si aggiunge ai frullati e alle centrifughe, anche per favorirne l’assunzione. In Perù esiste un dolce, che si chiama “Mazamorra”, che si prepara proprio con la farina di maca. Questa radice può anche essere mischiata a liquori alcolici e ai cocktail, magari insieme ad altre spezie.
  • La maca può anche essere impiegata per preparare le barrette energizzanti per studenti e sportivi, che servono a rinvigorire le energie e apportano benefici alle attività atletiche.

INFUSO DI MACA

Preparare un infuso di maca, uno dei modi migliori per gustare le proprietà del ginseng peruviano, è molto semplice.
  • Riempite un pentolino di acqua, fate bollire e aggiungete zenzero e semi di cardamomo
  • Poi mettete anche un paio di rametti di cannella e fate bollire nuovamente
  • Filtrate
  • A questo punto potete aggiungere la maca e servire

CONTROINDICAZIONI DELLA MACA

Questa radice è, generalmente, ben tollerata anche se, talvolta, può essere pesante per l’apparato digerente. Non sono noti particolari effetti collaterali, anche in caso vi sia stato un sovradosaggio. Di solito, se ne sconsiglia l’uso in gravidanza, durante l’allattamento, se si hanno problemi alla prostata e si si soffre di disfunzioni tiroidee. Siccome la maca svolgerebbe una funzione simile a quella degli estrogeni femminili, se ne sconsiglia l’uso se si hanno tumori al seno, all’utero o alle ovaie e se si hanno fibromi uterini. Bisogna consultare il medico, prima di accingersi a consumarla.

I RIMEDI NATURALI PER LA NOSTRA SALUTE:

  1. Anemia: i più efficaci rimedi naturali
  2. Mal di testa: i migliori rimedi naturali
  3. Polmoni: come si proteggono con rimedi naturali
Share

<