Come coltivare i pomodori in vaso o nell’orto

I pomodori sono ricchi di proprietà importanti per la salute e il benessere dell'organismo. Coltivarli è semplice e se non avete un orto o un giardino potete anche far crescere le piantine in vaso. Ecco tutti i consigli utili.

Come coltivare i pomodori in vaso o nell'orto
Tutti i consigli utili su come coltivare i pomodori in vaso o nell'orto
di

COME COLTIVARE I POMODORI -

Avere il proprio orto sul balcone o in giardino è importante: vi permetterà infatti di avere a disposizione alimenti freschi, sani e coltivati senza l’utilizzo di pesticidi. Perchè allora non provare ad arricchire il proprio orto con i pomodori? Coltivare i pomodori sul balcone di casa o nell’orto è abbastanza semplice e, in genere, la pianta produce i suoi frutti circa 40 o 50 giorni dopo la semina. Anche se originario delle zone tropicali e subtropicali dell’America Latina, il pomodoro è uno degli ortaggi simbolo della tradizione alimentare italiana e della dieta mediterranea e può essere di diverse tipologie.

LEGGI ANCHE: Come coltivare lo zenzero in vaso

LE PROPRIETA’ NUTRITIVE -

I pomodori sono ricchi d’acqua e possiedono numerose proprietà nutritive importanti per il benessere e la salute dell’organismo. Contengono infatti vitamine, fibre e sali minerali importanti come ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio. Se non avete un orto o un giardino, potete coltivare i pomodori anche in vaso: vi basterà far crescere le piantine nell’angolo più soleggiato del balcone o della terrazza. Il raccolto avviene in estate ma in alcuni casi può prolungarsi fino all’autunno.

PER APPROFONDIRE: Come coltivare le fragole sul balcone

PROCEDIMENTO

  • LA SEMINA

    : la semina dei pomodori si effettua durante i mesi di gennaio e febbraio in semenzaio al caldo, per poi procedere al trapianto nei mesi di marzo e aprile. La scelta ideale potrebbe essere quella utilizzare come semenzai alcuni vasetti in cui inserire 3-4 semi. La semina in semenzaio permette di selezionare facilmente le piantine più forti.

  • IL TRAPIANTO

    : se invece volete procedere con la coltivazione a partire dalle piantine, aspettate il mese di aprile. Dopo averle acquistate nei vivai o nei consorzi, disponetele nel terreno o nei vasi in file distanziate l’una dall’altra di almeno 12 centimetri cercate di interrarle ad almeno cinque centimetri di profondità e non dimenticate di aggiungere fertilizzante organico o compost. Per quanto riguarda invece la scelta delle piantine orientatevi maggiormente verso le varietà “Pachino” o “San Marzano”, perfette per la preparazione di salse einsalate.

  • LA COLTIVAZIONE

    : siccome le piante dei pomodori sono rampicanti, dopo averle interrate, legate ciascuna di esse ad un bastoncino in modo in modo tale che possano crescere in posizione verticale e tenere sollevati i rami con i frutti. Durante il periodo di crescita eliminate le foglie che crescono tra fusto e foglia per permettere alla pianta di crescere meglio e annaffiate almeno una-due volte a settimana, preferibilmente dopo il tramonto durante le ore più fresche della giornata.

  • CONSIGLI

    : se effettuate la coltivazione in vaso, sceglietene uno con un diametro tra i 20 e i 30 centimetri ed evitate i ristagni di acqua nei sottovasi.

PER SAPERNE DI PIU': Come coltivare i limoni in vaso

   

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: