Cimici dei letti: cosa sono e dove si trovano

Sono piatte e marroni. Prevenzione: igiene in camera da letto. Le cimici odiano l’odore del cedro. Il trucco del nastro adesivo

Le cimici avanzano, e le infestazioni da cimici nei letti sono in forte aumento. In Francia, per esempio, esiste un vero e proprio allarme sanitario, con una casa su dieci infestata dalle cimici. Attratte dal calore, le cimici da letto, o da materasso, si nutrono con il sangue umano, e possono fare diversi danni alla nostra salute. Quindi, la prima cosa da fare è individuarle.

CIMICI DEI LETTI

Le cimici dei letti sono parassiti fastidiosi che possono infestare le abitazioni e causare molti problemi. Trovarle nel letto è una situazione comune, ma sbarazzarsene richiede una strategia ben pianificata. Per individuare la presenza di cimici nel letto, è importante esaminare attentamente il materasso, specialmente nei bordi, nelle cuciture e negli angoli.

Le cimici dei letti sono di solito

  • piatte
  • marroni
  • di dimensioni simili a una lentiggine, ma diventano più grandi dopo essersi nutrite di sangue
  • con un odore dolciastro e pungente

Possono anche nascondersi nei mobili vicini al letto, come comodini e testate. Alcuni segni di un’infestazione da cimici includono macchie di sangue o feci scure sulle lenzuola, piccole macchie nere, che sono le uova. Se si sospetta la presenza di cimici dei letti, è consigliabile un’ispezione approfondita e un trattamento adeguato. Inoltre, è importante mantenere una buona igiene domestica, ridurre il disordine e sigillare eventuali crepe o fessure nelle pareti per prevenire future infestazioni.

LEGGI ANCHE: I rimedi per allontanare le mosche dalla cucina  

DA DOVE ARRIVANO LE CIMICI DEI LETTI

Le cimici dei letti possono arrivare nelle case per diverse ragioni, principalmente attraverso il trasporto accidentale e la migrazione, o perché, semplicemente, trovano in determinati ambienti l’opportunità di nascondersi e riprodursi. Questi insetti parassiti sono noti per la loro abilità a nascondersi in piccole crepe e fessure vicino ai letti, dove possono facilmente sfuggire alla vista e aspettare un’occasione per nutrirsi di sangue umano. Vediamo insieme quali sono le ragioni principali per cui le cimici dei letti possono arrivare nelle case.

  • Le cimici dei letti possono attaccarsi ai vestiti, alle valigie, o agli oggetti personali delle persone, spostandosi così da un luogo all’altro. Questo spesso accade durante i viaggi o quando si visita un luogo infestato.
  • Questi insetti possono migrare da un’abitazione all’altra attraverso fessure nelle pareti, tubi, cavi e anche attraverso i condotti dell’aria. Se un vicino di casa ha un’infestazione, le cimici possono facilmente diffondersi in altre abitazioni vicine.
  • Hotel, ostelli e altri alloggi temporanei sono spesso i luoghi dove le cimici dei letti possono essere raccolte e trasportate in nuovi luoghi da ospiti inconsapevoli. Questi insetti si nascondono bene, attendendo che arrivi un nuovo ospite da cui nutrirsi.
  • Le cimici dei letti possono essere trasportate all’interno delle case attraverso mobili usati o articoli da letto acquistati nei mercati delle pulci.
  • Le cimici possono essere spinte a cercare nuovi rifugi a causa di cambiamenti climatici nell’ambiente in cui si trovano. Questi cambiamenti possono costringerle a cercare nuovi nascondigli, spesso all’interno delle abitazioni umane.

COSA TIENE LONTANE LE CIMICI DEI LETTI

Ci sono diversi metodi naturali e precauzioni che possono aiutare a tenere lontane le cimici dei letti.

  • Innanzitutto, bisogna mantenere la casa pulita e ordinata può aiutare a ridurre i potenziali nascondigli per le cimici dei letti. Lavare regolarmente la biancheria da letto, gli indumenti e i tendaggi a temperature elevate può uccidere eventuali cimici o uova.
  • Ispezionare con frequenza, se avete dubbi, il letto, il materasso, il telaio del letto e gli arredi circostanti può aiutare a rilevare tempestivamente la presenza di cimici dei letti prima che si diffondano in modo significativo.
  • Coprimaterassi e copricuscini progettati per impedire l’accesso agli acari e alle cimici dei letti possono essere utili per proteggere il materasso e gli altri arredi.
  • Bisogna evitare l’acquisto di mobili usati da fonti non affidabili, specialmente se sono stati gettati via o sono stati lasciati fuori per strada. Questi mobili possono ospitare cimici dei letti e portarle in casa. In ogni caso, vanno bel ispezionati e puliti prima di entrare in casa.
  • Dopo aver viaggiato o essere stati in luoghi pubblici, è consigliabile lavare e asciugare gli indumenti a temperature elevate per uccidere eventuali cimici dei letti che potrebbero essersi attaccate.
  • Sigillare eventuali fessure o crepe nelle pareti, nei pavimenti e nei mobili può impedire alle cimici dei letti di nascondersi all’interno di queste zone.
  • Passare l’aspirapolvere regolarmente su materassi, tappeti, divani e altre superfici può contribuire a rimuovere le cimici dei letti e le loro uova.
  • Gli oli essenziali come l’olio di lavanda, l’olio di menta e il tea tree oil hanno un odore che respinge le cimici. Una soluzione potrebbe essere mescolare alcune gocce di questi oli con acqua e spruzzare la soluzione nei luoghi in cui le cimici possono nascondersi.
  • La terra diatomacea è una polvere naturale fatta da resti di alghe marine fossilizzate. Questa polvere è abrasiva per gli insetti a corpo molle come le cimici dei letti e può aiutare a controllarne la diffusione.
  • Le cimici odiano l’odore del cedro. Usare cedro sotto forma di blocchi, sfere o olio essenziale nei cassetti, negli armadi o sotto il letto può tenerle lontane.
  • Gli oggetti che possono essere congelati senza essere danneggiati, come peluche e vestiti, possono essere messi nel freezer per diverse ore per uccidere le cimici dei letti.
  • Conservare oggetti infestati in sacchetti sottovuoto può aiutare a isolare le cimici fino a quando non vengono eliminate.
  • Alcune persone usano il nastro adesivo per catturare le cimici dei letti. Posizionando il nastro attorno ai letti o agli angoli dei materassi, si spera che queste si attacchino al nastro quando cercano di raggiungere l’ospite.
  • Alcuni credono che l’odore pungente dell’aglio possa tenere lontane le cimici dei letti. Tuttavia, non c’è alcuna prova scientifica che supporti questa affermazione. Alcune persone mettono spicchi d’aglio intorno ai letti o nella vicinanza delle aree infestate, ma questa pratica non è universalmente riconosciuta come efficace. 

DISINFESTAZIONE DA CIMICI DEI LETTI

Sbarazzarsi di un’infestazione da cimici dei letti richiede un approccio completo e ben pianificato. Ecco come disinfestare un’area colpita da questi fastidiosi insetti.

  • La prima cosa da fare è limitare l’accesso all’area infestata per impedire alle cimici di diffondersi in altre parti della casa o dell’edificio.
  • Bisogna poi eseguire una pulizia profonda e accurata dell’area infestata. È necessario, ad esempio, rimuovere la biancheria da letto, vestiti, tende e qualsiasi oggetto che potrebbe essere infestato e lavare tutto ad alte temperature o mettere le cose in un asciugatore caldo per almeno 30 minuti.
  • In seguito, è bene passare l’aspirapolvere su tutti i tappeti, i pavimenti, i mobili e gli angoli della stanza. Dopo l’uso, è bene svuotare immediatamente il sacchetto dell’aspirapolvere in un sacco della spazzatura sigillato e gettarlo fuori casa.
  • L’uso del vapore su materassi, divani e tappeti può uccidere cimici e uova. Il vapore deve raggiungere temperature superiori a 60 gradi Celsius.
  • Se si decide di utilizzare trattamenti chimici, meglio consultare un professionista anziché utilizzare da soli dei pesticidi da soli, poiché alcuni possono essere pericolosi per la salute umana se usati impropriamente.
  • Vi sono inoltre aziende specializzate che utilizzano dispositivi di riscaldamento portatili o stanze calde per elevare la temperatura all’interno di un ambiente a livelli letali per le cimici (solitamente oltre i 45-50°C). Questi trattamenti possono richiedere diverse ore e prevedono un controllo accurato per assicurarsi che tutte le aree raggiungano la temperatura necessaria.

SINTOMI E SEGNI DELLA PUNTURA CAUSATA DALLE CIMICI DEI LETTI

I sintomi e i segni delle punture di cimici dei letti possono variare da persona a persona, ma ci sono alcune caratteristiche comuni. Queste punture possono causare prurito intenso e, in alcuni casi, possono sviluppare una reazione allergica, causando gonfiore e arrossamento più estesi intorno all’area colpita.

Le punture di solito non sono dolorose, ma il prurito può essere molto fastidioso, portando a graffiare la pelle. Questo può creare ulteriori irritazioni e potenzialmente causare infezioni cutanee se la pelle viene danneggiata.

Un tratto distintivo delle punture di cimici dei letti è il loro modello di distribuzione. Le cimici tendono a nutrirsi di sangue in modo sequenziale, spostandosi da un punto all’altro per nutrirsi. Di conseguenza, le morsicature spesso si presentano in una fila o in gruppi disposti in una linea, soprattutto su parti del corpo esposte durante il sonno, come viso, collo, mani e braccia.

RISCHI DELLA PUNTURA DELLE CIMICI DEI LETTI

Le punture di cimici dei letti, sebbene generalmente non siano pericolose dal punto di vista medico, possono causare disagio e fastidio significativi. Alcune persone possono avere reazioni allergiche che possono condurre a sintomi più gravi come gonfiore, arrossamento e prurito intenso. Graffiare le punture può anche portare a lesioni cutanee, aumentando il rischio di infezioni batteriche. Oltre alle reazioni cutanee, il disagio emotivo è un rischio significativo. Le persone che sperimentano un’infestazione da cimici dei letti spesso vivono ansia, stress e difficoltà nel dormire a causa del disagio fisico e delle preoccupazioni legate all’infestazione stessa. Dunque, l’infestazione da cimici dei letti può avere un impatto negativo sulla qualità della vita e sul benessere generale delle persone colpite.

IN QUANTO TEMPO SUCCHIANO IL SANGUE?

Le cimici dei letti impiegano di solito tra i 3 e i 10 minuti per nutrirsi di sangue umano. Durante questo periodo, possono bere, in sole tre succhiate, una quantità di sangue pari a diverse volte il loro peso corporeo. Una volta che sono sazie, si ritirano nel loro nascondiglio per digerire il pasto. Dopo essersi nutrite, le cimici dei letti possono rimanere nascoste per diversi giorni o anche settimane prima di cercare un altro pasto. La frequenza di questi ultimi dipende dalla temperatura dell’ambiente e dalla disponibilità di ospiti umani o animali da cui nutrirsi. In generale, in aree con una temperatura stabile e una presenza costante di ospiti, le cimici dei letti possono nutrirsi una volta alla settimana o anche più frequentemente.

QUANTE UOVA DEPONGONO NEI LETTI?

Le cimici dei letti sono notoriamente prolifiche nel riprodursi. Una cimice femmina può deporre da 200 a 500 uova durante la sua vita, che può durare da diversi mesi a più di un anno, a seconda delle condizioni ambientali e della disponibilità di cibo. In media, l’insetto femmina arriva a deporre da due a otto uova al giorno. Le uova vengono generalmente deposte in gruppi di piccole quantità, spesso in fessure, crepe o nascondigli vicino al luogo in cui si nutrono. Dopo la deposizione, le uova di cimice dei letti richiedono circa una o due settimane per schiudersi e diventare piccole ninfe che cresceranno attraverso 5 stadi, detti mute, prima di diventare adulte. 

RESISTENZA DELLE CIMICI DEI LETTI

Le cimici dei letti sono considerate tra i più resistenti insetti in natura, per una serie di motivi.

  • Le cimici dei letti possono sopravvivere senza nutrirsi anche per un anno intero. Questo significa che possono nascondersi e attendere pazientemente fino a quando una fonte di cibo (ad esempio, un essere umano) è nuovamente disponibile.
  • Questi insetti sono capaci di ibernarsi a una temperatura inferiore ai 13 gradi.
  • Le cimici dei letti sono notturne, preferendo nutrirsi durante le ore di buio quando le persone sono addormentate. Questo comportamento furtivo rende difficile individuarle e trattarle.
  • Le cimici dei letti hanno sviluppato resistenza ai comuni pesticidi, come i piretroidi, utilizzati per il loro controllo. Questo è il risultato di una selezione naturale, dove solo le cimici più resistenti sopravvivono all’esposizione ai pesticidi e trasmettono i loro geni alle generazioni successive. 

COME PREVENIRE LE CIMICI DEI LETTI

La prevenzione contro le cimici dei letti implica sia misure per evitare un’infestazione sia precauzioni per ridurre il rischio di essere punti.

PREVENIRE LE INFESTAZIONI

  • Prima di soggiornare in hotel, ostelli o affittare un appartamento, è bene esaminare attentamente il letto, il materasso e le fessure nei mobili.
  • Si consiglia di evitare l’acquisto di mobili usati da fonti non affidabili, specialmente se sono stati gettati via o sono stati lasciati per strada.
  • Quando si viaggia, meglio usare copri-valigie per proteggere i bagagli. È consigliabile poi ispezionare sia le valigie che i vestiti prima di portarli in casa dopo un viaggio.
  • Si consiglia di applicare l’insetticida permetrina (usato per pidocchi e scabbia) sull’intelaiatura del letto perché pare che tenga lontano le cimici.
  • Ispezionare regolarmente il letto, il materasso e gli arredi circostanti è una cosa da fare per individuare eventuali segni di cimici e procedere subito ad un’infestazione completa.

PREVENIRE LE PUNTURE

  • Si consiglia di indossare pigiami che ricoprano interamene il corpo, se si sospetta un’infestazione di cimici, perché queste ultime non riescono ad attaccare la pelle attraverso il tessuto.
  • Si utilizzino coprimaterassi e copricuscini appositamente progettati per impedire l’accesso alle cimici dei letti.
  • Si eviti di lasciare borse, vestiti o altri oggetti sulla superficie del letto quando non li si utilizza.
  • Se si è stati punti da una cimice bisogna evitare di graffiare le punture per prevenire infezioni. Meglio usare una crema antiprurito se necessario.
  • Alcuni oli essenziali come l’olio di lavanda e di menta sono noti per tenere lontane le cimici. Li si può utilizzare in diffusori o creare una soluzione spruzzabile.
  • È sempre ottimo mantenere una buona igiene personale, cambiando regolarmente lenzuola e vestiti.
  • Se si sospetta un’infestazione di cimici dei letti, si può chiamare un’azienda di controllo dei parassiti professionale per un trattamento adeguato.

Fonte immagine di copertina: Wikipedia

COME ALLONTANARE INSETTI E ANIMALI

  1. Scarafaggi
  2. Topi
  3. Zanzare
  4. Pulci
Torna in alto