Scarafaggi: le migliori e più efficaci soluzioni per eliminarli
Questo sito contribuisce all'audience di

Scarafaggi: le soluzioni per eliminarli

Aceto, acido borico e sapone di Marsiglia. Ma anche l'alloro, il rosmarino e l'aglio riescono a tenere a distanza gli scarafaggi

RIMEDI NATURALI CONTRO GLI SCARAFAGGI IN CASA

Che si viva in città o in campagna, nessuno sembra essere esente dal problema degli scarafaggi che compaiono durante tutto l’anno, specialmente quando le porte e le finestre sono spalancate. E quando ci sono condizioni favorevoli alla loro libera circolazione: coma la sporcizia in un posto della casa o il libero accesso attraverso l’acqua del water e del lavandino. Però gli scarafaggi possono entrare in casa anche ben nascosti in sacchi di patate o imballaggi che provengono da locali infestati da esemplari adulti o da uova. Gli scarafaggi, in particolare, sono veloci, sanno nascondersi nei posti più impervi e, in men che non si dica, ci si può trovare a dovere fronteggiare una vera e propria infestazione! Dato che si nutrono di escrementi, sono nocivi alla salute dell’uomo perché portatori di germi patogeni che si propagano facilmente. Liberarsene diventa, dunque, assolutamente necessario ma prima di ricorrere ai rimedi chimici, in commercio esistono davvero tante alternative, è meglio provare con quelli naturali che si rivelano ottimi. Inoltre così risparmiate e non averte alcuna controindicazione per le sostanze emesse dai prodotti chimici.

LEGGI ANCHE: Pulizia e riordino, 5 cattive abitudini che ci impediscono di avere casa in ordine

COME ELIMINARE GLI SCARAFAGGI

Ma vediamo nel dettaglio le mosse vincenti e sostenibili, c’è solo l’imbarazzo della scelta, per mettere ko gli scarafaggi in casa.

  • Innanzitutto, tenete pulita la casa, sigillate crepe e fessure dentro le quali gli scarafaggi possano annidarsi e controllate che gli scarichi abbiano il sifone.
  • Il sapone di Marsiglia è uno dei primi rimedi naturali che vi consigliamo. Mettete una soluzione composta da acqua e sapone di Marsiglia dentro un contenitore con uno spruzzino e poi vaporizzatela negli angoli e nei posti in cui avete notato la presenza degli scarafaggi: se ne andranno subito.
  • Anche gli olii essenziali sembrano avere un ottimo potere disinfestante, soprattutto quelli al rosmarino e all’eucalipto da porre nei punti critici.
  • Gli scarafaggi non amano l’odore dell’aceto e allora utilizzatelo per lavare i pavimenti e le altre superfici. Realizzate una soluzione fatta da tre parti di acqua e una di aceto. Non usatela però sopra il legno e le superfici delicate.
  • Il rosmarino, l’alloro e l’aglio sono invisi agli scarafaggi. Quindi, fate dei mazzetti con alloro e rosmarino e disponeteli negli angolo infestati. Anche l’aglio, se non vi provoca fastidio il suo odore penetrante, è utile allo scopo, basta sistemarne qualche ciuffò qua e là.
  • L’erba gatta contiene un repellente contro gli scarafaggi. Disponete alcuni vasetti nei punti infestati, davanti alle porte e alle finestre. Oppure potete anche preparare un infuso di erba gatta che poi spruzzerete dove necessario. Qualora abbiate in casa un gatto, fate attenzione all’uso prolungato dell’erba gatta che potrebbe avere degli effetti collaterali sul vostro animale.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

MIGLIORE REPELLENTE CONTRO SCARAFAGGI E BLATTE

  • Il tanaceto ha fiori gialli molto belli, che sono un ottimo rimedio contro gli scarafaggi, perché emanano un odore di canfora capace di allontanare non solo questi ultimi ma anche le formiche, le mosche e altri piccoli insetti.
  • L’acido borico elimina il problema degli scarafaggi. Comprate in farmacia quello in polvere e poi mescolatene una parte con una parte di farina bianca e una di zucchero per realizzare un’esca. Fate poi delle palline (le esche, appunto) che posizionerete dove vivono le blatte. Lo zucchero e la farina le attraggono e l’acido borico le elimina. Le esche vanno mantenute per circa due settimane per accertarsi che tutti gli esemplari siano stati debellati. Tenete le esche lontane dai bambini e dagli animali domestici, perché l’acido borico è altamente tossico.
  • Potete utilizzare anche una miscela composta da bicarbonato di sodio e zucchero in parti uguali. Cospargete poi la mistura nelle zone infestate e gli scarafaggi, cibandosi del composto tossico, saranno facilmente eliminati.
  • Il sapone da bagno è un rimedio efficace. Preparate un composto con acqua e sapone da bagno e mettetelo in uno spruzzino. Poi vaporizzate la soluzione sugli scarafaggi e li eliminerete all’istante.
  • Prendete due tazze di ammoniaca e aggiungetele ad un secchio d’acqua e poi gettate quest’ultimo nel lavandino e nel water. L’odore pungete dell’ammoniaca allontanerà gli scarafaggi ma dovete ripetere l’operazione una volta ogni quindici giorni per eliminarli del tutto.
  • Realizzate una miscela con un cucchiaio di polvere di pepe di Cayenna, uno spicchio di aglio e una fetta di cipolla. Aggiungete un litro di acqua e mescolate. Lasciate riposare la mistura per un’ora e poi aggiungete un cucchiaio di sapone liquido. Dopodiché, potete mettere questa miscela nei posti infestati: le blatte fuggiranno disgustate dall’odore.
  • Preparate una trappola al cetriolo per sconfiggere gli scarafaggi in casa. Procuratevi una lattina e dentro infilateci delle bucce di cetrioli. Lasciatele dentro un’intera notte, durante la quale le bucce rilasciano dei succhi che reagiscono con l’alluminio della lattina emanando poi un odore che è odiato dalle blatte.
  • Procuratevi una bottiglia di plastica, tagliatela a metà e spalmate della vaselina lungo il bordo interno. Dentro la bottiglia tagliata disponete delle bucce di frutta che faranno da esche. Collocate il contenitore nelle zone infestate: l’odore della frutta attirerà gli scarafaggi che resteranno però bloccati sulla vasellina spalmata lungo il bordo.
  • Riempite un vasetto con dell’acqua e appoggiatelo vicino alle pareti. Gli scarafaggi usciranno alla ricerca di acqua ma resteranno dentro il barattolo, non riuscendo più ad uscire.

AGLIO E ALLORO PER ALLONTANARE GLI SCARAFAGGI

Aglio e alloro contengono sostanze volatili che gli scarafaggi non gradiscono, e quindi si possono facilmente utilizzare per allontanarli.
Materiale occorrente
Aglio e alloro
Procedimento
  • Fate una battuta di aglio e alloro in modo che le due sostanze siano ben mescolate
  • Disponetela sulla soglia della porta che porta all’esterno della casa, in giardino o in terrazzo. Gli scarafaggi non oseranno attraversarla

SCATOLETTE CON OLIO CONTRO GLI SCARAFAGGI

Le scatolette con dell’olio, tipo quelle per il tonno, sono un rimedio molto antico, una vera trappola, contro gli scarafaggi.
Materiale occorrente
Scatolette con dell’olio
Procedimento
  • Recuperate qualche vecchia scatoletta di tonno
  • Versateci qualsiasi tipo di olio e sistematela nella zona dove potrebbero arrivare gli scarafaggi
  • Se gli scarafaggi si ungeranno le zampette, non potranno più continuare nella loro arrampicata

DA DOVE ARRIVANO GLI SCARAFAGGI?

Non è mai facile capire da dove arrivano gli scarafaggi. Un balcone, una porta, una finestra. Specie durante l’estate, quando le case sono più spesso aperte e la circolazione di persone, animali e insetti è più libera. Però, tenete presente alcuni percorsi privilegiati dagli scarafaggi per entrare in casa: una tubatura umida, con perdita; un buco nella parete, magari in prossimità di una presa elettrica; gli scarichi dei sanitari, lavandino, vasca e water; dalle mura condominiali, rovinate dall’umidità; da grandi confezioni di cartone per imballare alimenti o altri prodotti, per esempio in arrivo dai supermercati quando fate una spesa consistente. In generale, attraverso i loro percorsi, le blatte preferiscono insediarsi in cucina, nei bagni, nelle zone dove si lava.

DOVE NIDIFICANO GLI SCARAFAGGI?

I luoghi che gli scaraffi preferiscono per nidificare sono particolarmente sporchi. Le fognature, per esempio, le tubature con gli scarichi, gli ambienti bui e umidi. Il queste zone lo scarafaggio è attivissimo e da qui parte la sua avanzata verso gli interni delle nostre case. I nidi li potete trovare anche all’aperto, sotto una zolla, e le femmine riescono a produrre da 16 a 40 uova in ogni atto, a secondo della specie. Le uova poi vengono conservate all’interno della femmina, che le espelle al momento della schiusa.

RIMEDI NATURALI PER TENERE LONTANI GLI INSETTI:

Share

LEGGI ANCHE:

<