Gli stendardi dei Giochi trasformati in borse | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Gli stendardi dei Giochi trasformati in borse

di Posted on
Condivisioni

Le Olimpiadi addosso. Meglio ancora: in spalla. Gli stendardi e i pannelli in pvc utilizzati per promuovere i Giochi del 2006 e le Universiadi del 2007 sono diventati borse. Veri e propri accessori “cult”, in versione shopping o trasformista, sono pezzi unici e a poche ore dal lancio gia’ vanno a ruba.

Il Comune ha affidato alla Sciolla Company di Torino, la realizzazionedelle “shopper”. L’accordo prevede che le borse realizzate, oltre alle 150 destinate al Comune, possano essere messe in vendita dalla Sciolla Company, permettendo, cosi’, all’azienda di recuperare le spese di confezionamento delle stesse.

Dunque, una parte di queste sporte verranno utilizzate come gadget promozionali, unici e da collezione, dalla Citta’ nelle occasioni istituzionali (conferenze stampa e grandi eventi promozionali); le rimanenti invece, potranno essere acquistate presso gli Uffici d’Informazione e Accoglienza Turistica in Piazza Castello e all’Aeroporto di Torino, nel book shop di Palazzo Madama e in quello di Venaria Reale, nonche’ in alcuni negozi torinesi al costo di 39 euro.

Le borse, prodotte in alcuni laboratori artigiani presenti sul territorio torinese, saranno realizzate in due modelli: uno piu’ classico tipo “shopper” e l’altro con il doppio utilizzo a tracolla e zaino . Questa prima tranche di oggetti, 300, e’ stata confezionata utilizzando 31 banner e 74 metri lineari di Pvc realizzati.