Questo sito contribuisce all'audience di

Giornata mondiale della vista 2013: attenti all’uso degli occhiali 3D per i bambini

Per l'utilizzo in casa regolatevi sulla durata di una serata al cinema e fate in modo di non superarla. Gli occhiali che danno l'illusione della tridimensionalità sono sconsigliati ai bambini al di sotto dei 6 anni

Condivisioni

Il 10 ottobre è la Giornata mondiale della vista 2013: ogni anno si celebra nel secondo giovedì del mese di ottobre ed è promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. In questa occasione vogliamo affrontare il tema dell’uso degli occhiali 3D e degli effetti collaterali conseguenti. In un articolo apparso su Repubblica Salute a firma di Annamaria Messa, leggiamo che nonostante i costi elevati, si vendono sempre più televisori 3D, per vivere l’illusione tridimensionale anche in casa.

Come sono fatti gli occhiali 3D? Ne esistono di due tipi:

  • attivi” (hanno un sensore e una lastra di vetro particolare che blocca la luce prima a un oc- chio poi all’altro)
  • passivi”: i più utilizzati, hanno solo un metodo di filtraggio di una singola immagine verso due canali, costano meno, sono usa e getta ma si possono conservare per visioni successive.

LEGGI ANCHE: Febbre dei bambini, come si cura senza sprechi

E’ entrata in vigore la circolare ministeriale del 31 luglio 2013 dei ministeri della Salute e dello Sviluppo economico con l’obbligo per le aziende produttrici dei diversi dispositivi funzionanti con occhiali 3D di aggiornare on line da settembre i manuali d’uso in formato digitale con le avvertenze sui possibili effetti collaterali di questi occhiali.

Da febbraio 2014 dentro ogni confezione troveremo delle istruzioni cartacee.

Proviamo a sintetizzarle:

  • L’utilizzo casalingo degli occhiali 3D per la visione della tv è controindicato per i bambini con meno di 6 anni
  • Per tutti, adulti compresi, l’uso non deve superare quello della durata di uno spettacolo al cinema e va limitato alla visione dei contenuti in 3D
  • Gli occhiali 3D sono controindicati se sono presenti infezioni, disturbi agli occhi o malessere generale
  • Chi porta occhiali da vista o lenti a contatto deve utilizzarli contestualmente gli specifici occhiali 3D

Approfittate della Giornata mondiale della vista 2013 – quest’anno dedicata in particolare ai bambini – per chiarire i vostri dubbi: potete consultare il numero verde, già attivo, 800.068506, dove dalle 10 alle 13, dal lunedì al venerdì vi risponderà un oculista.

Le iniziative per i bambini: check-up oculistici gratuiti nelle scuole in collaborazione con l’Unione italiana ciechi e ipovedenti. Saranno distribuiti opuscoli informativi sulle principali malattie che colpiscono la vista.

PER APPROFONDIRE: Come mantenere in forma il cervello a partire dall’alimentazione