Come fare scendere la febbre senza utilizzare i farmaci
Questo sito contribuisce all'audience di

Come fare scendere la febbre senza farmaci

Bere molto e mangiare leggero. Stanza fresca e bagno tiepido. Quando serve l’antipiretico e quando ricorrere all’antibiotico

Arriva la febbre, anche in modo del tutto transitorio, e abbiamo subito la tentazione di affidarci ai medicinali. Uno spreco enorme, e anche un modo controproducente di affrontare il problema. Per non parlare di quelli che immediatamente passano agli antipiretici e agli antibiotici. Magari senza neanche consultare il medico e chiedendo consiglio al Dr.Google.

COME FARE SCENDERE LA FEBBRE SENZA FARMACI

La febbre, ricordiamolo, non deve essere stroncata sul nascere, in quanto è uno dei sintomi di una malattia in corso che dobbiamo sconfiggere. Come dicevano le nonne, e la regola è ancora valida, «la febbre deve fare il suo corso». E quindi possiamo farla scendere senza farmaci, e senza sprecare soldi e correre qualche rischio di controindicazioni, ma solo con i rimedi naturali.

  • Il sonno. Si conferma, anche in questo caso, la prima medicina dell’uomo. Da sempre e per sempre. Quando la temperatura sale, è il corpo che ci chiede il riposo, sente di averne bisogno come l’aria. Bisogna assecondarlo, non fare forzature e guai a uscire di casa in condizioni di debolezza. Dormire aiuta anche in caso di malattie infettive, in quanto favorisce la risposta immunitaria e quindi consente di combatterle meglio.
  • L’acqua. Il nostro organismo ha bisogno di circa due litri di acqua al giorno.  Quando abbiamo la febbre, per farla scendere senza farmaci, è fondamentale bere molto: in questo modo evitiamo la disidratazione generale e delle mucose, indotta dal rialzo termico. In particolare i bambini e gli anziani, con la febbre, devono bere molto acqua anche se non hanno sete. Meglio optare per piccole dosi, a intervalli regolari ed a temperatura ambiente.
  • I succhi.  A parte l’acqua, altri liquidi adatti ad affrontare la febbre sono i succhi di frutta. L’ideale è preparali in casa, senza l’effetto collaterale degli additivi dei prodotti industriali.  Spremute d’arancia, di mandrini, di limone. E anche camomilla e tisane.
  • Il cibo. A differenza dell’acqua, con la quale dobbiamo abbondare in caso di temperature che si alzano, con il cibo non ci sono particolari sforzi da fare. L’appetito si abbassa, ed è inutile fare forzature per mangiare. Non servono. Quanto al tipo di cibo da scegliere, le migliori soluzioni sono pesce o carne bolliti, patate al vapore o lesse. E anche frutta e verdura cucinate in modo semplice e senza grassi. L’importante è restare leggeri, non appesantire l’organismo, e nutrirci con le vitamine utili per contrastare i germi e per restituire i sali minerali che vanno via con la sudorazione provocata dalla febbre.

LEGGI ANCHE: Suffumigi: un rimedio antico per combattere i malanni di stagione

COME ABBASSARE LA FEBBRE NATURALMENTE

Dopo il sonno e la giusta alimentazione, contro la febbre, e per abbassarla naturalmente, contano alcuni rimedi ambientali.

  • Stanza fresca. Non bisogna mai esagerare con il riscaldamento, specie quando si ha la febbre. La stanza deve essere fresca, tra i 17 e i 19 gradi, e ben areata. Ed è controproducente stare a letto imbottiti di coperte. Piuttosto accertatevi che lenzuola e coperte siano ben lavate.
  • Spugnature e bagno tiepido: sono rimedi possibili, ma solo se l’aumento della temperatura è dovuto a ipertermia da un colpo di calore e non dipende da alcuna infezione. In ogni caso, non bisogna usare acqua fredda che può provocare vasocostrizione, diventando così controproducente.
  • Piante giuste. Alcune piante medicinali, dette “diaforetiche”, possono aiutare ad aumentare la sudorazione. E si possono prendere sotto forma di infusi e tisane calde. In particolare: alla menta, ai fiori di sambuco, allo zenzero. Comunque non fatevi illusioni: sono rimedi naturali e non sostituiscono eventuali antipiretici.

COME FARE ABBASSARE LA FEBBRE VELOCEMENTE

Se la febbre non è l’indicatore di un’infezione più grave, si può abbassare facilmente e in tempi veloci con questi rimedi:

  • Molto riposo e molto rilassamento, senza sforzi come se fossimo in un normale giorno di lavoro
  • Bere molta acqua, alimentarsi con cibi caldi e con frutta e verdura
  • Evitare gli sbalzi di temperatura
  • Vestirsi a strati, a cipolla
  • Fare eventualmente un bagno tiepido, magari con l’aceto di mele

QUANDO SERVE L’ANTIPIRETICO PER LA FEBBRE?

Finora abbiamo visto i più efficaci rimedi naturali. Ma quando serve l’antipiretico? Le circostanze che lo rendono indispensabile sono essenzialmente due. Quando la temperatura sale molto: oltre i 39,5 gradi negli adulti e oltre i 38,5 gradi nei bambini. Quando la febbre si accompagna a fastidi significativi, come un forte mal di testa, dolori ai muscoli e alle ossa, malessere generale che non aiuta a dormire. Tenete presente che nelle febbri invernali, tipicamente virali, che durano 3-4 giorni, di solito la temperatura cresce nel pomeriggio e poi la sera: quindi, è utile assumere l’antipiretico prima di andare a dormire.

QUANDO SERVE L’ANTIBIOTICO PER LA FEBBRE

Gli italiani sono grandi spreconi in materia di antibiotici, e ne fanno un uso eccessivo.  L’antibiotico non è adatto per la febbre e va preso solo su indicazione del medico e in caso di infezione batterica. Non bisogna avere timori se la febbre non scende nei primi due-tre giorni: deve solo fare il suo corso naturale. E in ogni caso l’antibiotico non è un antipiretico e non abbassa la temperatura, che inizierà a scendere appena l’infezione sarà sotto controllo.

I RIMEDI NATURALI PER COMBATTERE I MALANNI DI STAGIONE:

Share

<